Comunità montana Maiella-Morrone: riconfermati servizi di mediazione culturale

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

653

SCAFA. Riconfermato anche per l’anno 2007 – 2008, il servizio di: “Punto informativo Immigrati e Mediazione culturale” (ai sensi della L.R. 46 del 13.12.2004) rivolto agli immigrati residenti nei diciotto comuni della Comunità Montana Maiella Morrone Ambito 35.
Il servizio, attivato dall'Azienda per il sociale di Scafa, la Maiella e Morrone, è stato finanziato con un importo pari a € 19.247 (il 90% fondi della Regione e la restante parte a carico della Comunità Montana).
Il progetto si muove su due direttrici principali:
• Punto Informativo Immigrati (c/o Distretto socio – sanitario di Scafa);
• Interventi di mediazione socio – culturale in ambito scolastico ed extrascolastico.

Il Punto Informativo (c/o lo sportello di Punto Unico di Accesso nel Distretto socio – sanitario di Scafa), fornisce:
• informazioni sulle problematiche più comuni in cui si imbattono gli immigrati (nuova normativa in materia di immigrazione, ricongiungimento familiare, rinnovo del permesso di soggiorno, della patente estera, contratti d'affitto, ecc.).
• orientamento al territorio;
• assistenza nel dialogo con gli operatori settoriali;
• Informa lavoro (supporto per problematiche inerenti il mondo del lavoro) .

Nell'ambito degli interventi per l'integrazione, rivolti a minori in età scolare, per prevenire e contrastare fenomeni di marginalità e di devianza, è prevista la mediazione - culturale, che comprende interventi specifici, sia in ambito scolastico che extra – scolastico, attuati anche con l'ausilio di mediatori culturali in lingua.
Tra le novità, l'accordo con l'Associazione regionale degli immigrati Albanesi e Macedoni, alla quale si affianca la partecipazione dell'Azienda Maiella e Morrone al progetto Comunitario Equal, che vede San Salvo comune capofila, per la creazione di una banca dati di badanti, per le famiglie che ne hanno bisogno.
06/09/2007 9.27