Quando è possibile riciclare anche l'acqua

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

754

VASTO. Il consorzio per l'area di Sviluppo Industriale del Vastese impegnata a Vasto ed in Val Sinello, il riuso delle acque industriali, già ampiamente utilizzato presso gli impianti consortili di San Salvo e che ha consentito di fronteggiare la crisi idrica di quest'estate.
«Il riuso», ha spiegato il presidente del Cda della Coasiv Fabio Giangiacomo, «consente di riutilizzare a fini industriali o agricoli, l'acqua utilizzata nei processi industriali, realizzando un risparmio idrico ed un minore impatto ambientale sui fiumi».
Il primo intervento, operato sugli impianti di Vasto, è realizzabile grazie ad un finanziamento Cipe richiesto dall'attuale gestione del Coasiv nel dicembre 2005.
L'appalto è stato aggiudicato alla ditta Ecoimpianti Service di Caserta ed è stato ultimato il 27 giugno scorso, con la predisposizione di sistemi di filtraggio delle acque industriali.
Il riuso potrà essere immediatamente utilizzato dalle imprese adiacenti all'impianto, mentre l'intero agglomerato sarà integralmente servito una volta ultimato un altro progetto riguardante l'adduzione, l'accumulo e la distribuzione delle acque trattate e sempre predisposto dall'attuale C.d'A. Coasiv.
Il sistema di riuso in Val Sinello è invece già pienamente operativo, a vantaggio di aziende come la Golden Lady e delle altre imprese dell'agglomerato.
Anche quest'ultimo intervento è stato realizzato dalla Ditta Ecoimpianti Service di Caserta, con un finanziamento di 360mila euro, in compartecipazione Ato n.6 e Coniv S.p.a..
In questo caso oltre al ripristino delle strutture danneggiate dall'inondazione del 2002 ed ai nuovi apparati tecnici, c'è stata anche la riparazione della condotta fognante che interessa anche il Comune di Gissi che, collegandosi con il depuratore consortile, potrà effettuare scarichi civili in maniera «sicuramente più corretta ed efficace».

06/09/2007 9.10