Emergenza idrica. Domani udienza al Tar sulla chiusura dei Pozzi Sant’Angelo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

778

PESCARA. E’ fissata per domani l’udienza al tribunale amministrativo per la discussione del ricorso circa la chiusura dei pozzi durante la crisi idrica. Tuttavia già si sa che l’udienza mirerà sostanzialmente allo spostamento verso il Tar del Lazio.
Il contenzioso mira ad accertare la legittimità delle competenze del Commissario Adriano Goio nelle vicende relative ai pozzi S. Angelo. Lo stesso Commissario ha richiesto lo spostamento del processo presso il Tar del Lazio in quanto ritenuto essere l'unica autorità competente in materia.
«Riponendo la massima fiducia negli organi giudiziari, l'ATO 4 Pescarese e l'ACA S.p.a. – che certo non intendono soffermarsi su questioni di carattere procedurale e formale», spiegano presidente Ato D'Ambrosio e Catena dell'Aca, «nell'udienza già fissata per domani, 6 settembre 2007, rimetteranno l'intera questione al TAR del Lazio aderendo così alla richiesta del Commissario. A prescindere dal giudice di competenza, ATO e ACA – in quanto pienamente convinte delle posizioni adottate – ribadiamo le ragioni sin qui sostenute circa l'assenza di motivazioni a sostegno dell'ordinanza di chiusura dei pozzi disposta dal Commissario Goio, anche in considerazione delle attestazioni di potabilità rilasciate dalla competente ASL di Pescara».
ATO e ACA sottoporranno al tribunale giudicante anche le eccezioni circa la assoluta incompetenza del citato Commissario per il settore idrico, essendo i poteri dello stesso «limitati esclusivamente al disinquinamento del fiume Aterno-Pescara, quindi per settori diversi e non compatibili con quelli oggetto dell'ordinanza».
«E' doveroso inoltre sottolineare», aggiungono Ato e Aca,«che la situazione di emergenza idrica, anche se attentamente monitorata, non risulta del tutto superata nonostante la prossima apertura del secondo pozzo in località Bussi sul Tirino».
Per quanto riguarda l'approvvigionamento si attenderà l'apertura del secondo pozzo di Bussi per chiudere definitivamente i pozzi Sant'Angelo di Castiglione a Casauria.

05/09/2007 16.26