Inquinamento ambientale, indagati i vertici di Arpa e Gtm

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1386

PESCARA. Scaricavano acque reflue industriali nel fiume Pescara. La violazione, accertata dalla Forestale, sarebbe stata commessa da Arpa e Gtm. Per questa vicenda sono stati iscritti nel registro degli indagati i vertici delle due compagnie di trasporto abruzzesi: Nicola Basilavecchia, presidente del consiglio d'amministrazione dell'Arpa, Carlo Michele Di Giambattista direttore generale dell'Arpa, Donato Renzetti presidente del consiglio d'amministrazione della Gtm, Emanuele Panunzio, direttore generale della Gtm e i responsabili tecnici Domenico Brandolini e Vincenzo Narciso.
L'indagine è stata condotta dal comando provinciale della Forestale, dirette dal comandante Guido Conti.
Secondo l'accusa le due aziende effettuavano lo scarico delle acque reflue provenienti dal depuratore dell'autolavaggio e le immettevano nella fognatura pubblica.
Ma in questa circostanza si superavano ampiamente i valori limite previsti dal decreto legislativo sugli idrocarburi totali. Per la vicenda, che sarebbe stata accertata nello scorso mese di aprile dovranno risponderne direttamente i vertici aziendali.

25/07/2007 9.00