Lettera minatoria con pallottola a consigliere comunale di Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1957

VASTO. Una pallottola in una busta e una lettera dai toni minacciosi recapitata al consigliere comunale Riccardo Alinovi nel corso della seduta del consiglio di ieri. Un gesto intimidatorio che si va ad aggiungere ad un clima di forte tensione in città per ripetuti episodi criminali.
La busta, affrancata con un francobollo di posta prioritaria, è stata consegnata al consigliere poco dopo l'inizio della seduta. Dentro c'era una lettera dai toni minacciosi, scritta con un normografo, e un'ogiva, la parte iniziale del proiettile, di una pallottola calibo 9.
Si pensa che l'atto sia collegato alla interrogazione contro le recinzioni degli stabilimenti balneari che Alinovi ha discusso ieri in assise ma per ora sono solo ipotesi e gli inquirenti continuano a controllare. Grande lo stupore quando il consigliere ha scoperto il contenuto del plico ed ha subito informato i suoi colleghi.
«Piena solidarietà umana e politica» è stata espressa dal consigliere e Segretario regionale dell'Udeur Liberato Aceto. «Ci troviamo di fronte - scrive Aceto - ad un comportamento vile di chi vuole frenare l'impegno civile e la passione di quanti si battono per la comunità vastese per affermare con metodi che non appartengono alla nostra cultura e alla nostra tradizione scelte e decisioni che spesso rispecchiano non gli interessi dei cittadini ma pochi e spregiudicate persone. Sono certo- ha proseguito Aceto- che le forze democratiche sapranno respingere queste intimidazioni per affermare attraverso la correttezza e la legalita' il trionfo della politica intesa come servizio primario per la propria gente».
Il consigliere al momento si dice tranquillo: «non mi faccio intimidire ed ho piena fiducia nelle forze dell'ordine che stanno indagando».

IN CONSIGLIO SI DISCUTE ANCHE DI ALLOGGI POPOLARI E ANAGRAFE

Sempre nel corso della seduta di ieri il consiglio ha impegnato il sindaco e l'assessore competente a richiedere al Prefetto la costituzione immediata delle commissioni di graduazione degli sfratti. «Un provvedimento che metterà ordine e farà chiarezza su coloro che stanno vivendo il disagio abitativo», ha commentato Rifondazione Comunista. La graduazione dovrebbe favorire il passaggio da casa a casa per particolari categorie sociali, soggette a procedure esecutive di sfratto.
Vasto è presente nell'elenco dei comuni interessati dalla legge ma non aveva ancora fatto richiesta al Prefetto così come vuole la legge.
La mozione è stata votata da tutti i consiglieri con la sola estensione del Consigliere Russo (AN).
Il Gruppo di Rifondazione ha anche presentato un interrogazione consiliare al Sindaco sull'inefficenza dell'ufficio anagrafe del comune che tarda a recepire le disposizioni di rilascio della residenza anagrafica per gli immigrati comunitari ed extra comunitari presenti in città, nonostante le circolari ministeriali che danno disposizioni chiare in materia.
Il Sindaco si è impegnato a fare chiarezza e a risolvere il probelma.



18/07/2007 11.30