Acqua pubblica:400.000 firme. Oggi sit in sotto l’Aca

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

838

ABRUZZO. Ieri martedì 10 luglio il Presidente della Camera Fausto Bertinotti ha ricevuto una delegazione del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua per la consegna delle oltre 400.000 firme raccolte negli ultimi sei mesi, era presente tra gli altri anche Renato Di Nicola, portavoce dell’Abruzzo Social Forum. La raccolta firme si è conclusa, ma la campagna andrà avanti sino all'approvazione della nostra proposta di legge per l'acqua pubblica, quale riconoscimento della volontà espressa attraverso la propria firma da centinaia di migliaia di cittadini, tra i quali ben oltre 11000 abruzzesi.
Il Forum Acqua – Abruzzo Social Forum, nel frattempo, continua la sua campagna sul territorio e chiama tutte le cittadine e i cittadini, le associazioni, i partiti ed i sindacati che hanno sostenuto la campagna acqua pubblica ad un Sit-in dalle ore 17.00 di oggi mercoledì 11 luglio sotto la sede dell'Ente D'Ambito (ATO) n.4 Pescara-Chieti in Via Raiale 110/bis a Pescara.
«Infatti», spiegano i componenti dell'Abruzzo social forum, «dopo il rinvio di tutti i punti all'ordine del giorno della seduta del 1 luglio scorso il CDA dell'Ato n. 4 riprova a ripristinare l'aumento da 0,90 a 1,3 euro a metro cubo per l'annualità 2006 della tariffa per l'acqua in seguito all'annullamento da parte del Tar dell'atto deliberativo che conteneva questa previsione. È il momento di far sentire la propria voce, per dire basta ad una gestione scellerata di un bene pubblico fondamentale come l'acqua. Non si può continuare a scaricare sui cittadini i costi della cattiva gestione dell'acqua che troppo spesso nella nostra regione e soprattutto nel comprensorio Pescara-Chieti è diventata terreno per la costituzione e conservazione di veri e propri gruppi di poteri e clientela».
«L'entusiasmo che ha circondato la campagna in questi mesi di mobilitazione di circa 1000 comitati territoriali e 80 organizzazioni nazionali», ha spiegato invece il deputato di Rifondazione comunista Maurizio Acerbo, «rappresenta un esempio di “bella politica” per dirla con un Emilio Molinari visibilmente contento dopo l'incontro della delegazione del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua con il presidente della Camera. ''Le istituzioni devono guardare con attenzione a questa proposta, in un momento di crisi della politica”, sostiene giustamente Fausto Bertinotti».
«Intorno alla difesa del “bene comune” per eccellenza», continua Acerbo, «i movimenti hanno costruito una pratica di democrazia dal basso decisamente altra rispetto alla “democrazia telecomandata” dell'estenuante lamentela sulle firme che non arrivano per l'ennesimo referendum di Mariotto Segni. Da un lato l'affermazione di un “diritto umano universale” contro la logica delle privatizzazioni dall'altra l'idea che bisogna semplificare il sistema politico per renderlo più adatto alla gestione delle politiche neoliberiste. La legge d'iniziativa popolare per la ripubblicizzazione è ora nelle mani del parlamento che forse, come ha sottolineato Vincenzo Miliucci (Cobas) nella conferenza stampa, “per la prima volta nella storia della Repubblica ha l'occasione di 'farsi' ricordare come quello che ha approvato una legge di iniziativa popolare". Sarebbe un delitto imperdonabile se l'Unione, tradendo il programma con cui si è presentata alle elezioni, non concretizzasse l'obiettivo della gestione pubblica dell'acqua. Non sarà una passeggiata quella che attende la proposta di legge perché gli interessi cresciuti intorno al business dell'acqua sono forti e ben rappresentati nel costituendo Partito Democratico».
«Inoltre», ha spronato infine Acerbo, «bisogna far sì che siano inseriti alcuni principi della proposta di legge popolare nei decreti correttivi della delega ambientale. Mi sembra una bella agenda per i 150 parlamentari della sinistra (Rifondazione, Verdi, PdCI, Sinistra Democratica) e per un cantiere che senza movimenti nascerebbe già vecchio ed autoreferenziale».

Info sulla campagna www.acquabenecomune.org

11/07/2007 10.01