Attentato in via Stradonetto, auto di pregiudicato esplode nella notte

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2025

Attentato in via Stradonetto, auto di pregiudicato esplode nella notte
PESCARA. Un esplosione violentissima alle 2 e 30 di questa notte in via Stradonetto, una traversa di via Tiburtina. A saltare in aria un'auto, una Renault Scenic di proprietà di un pregiudicato con precedenti per spaccio di droga.
L'auto era parcheggiata sotto casa dell'uomo, una palazzina rosa al numero civico 176 e l'esplosione ha risvegliato il proprietario di casa che stava dormendo insieme alla moglie e ai due figli gemelli di appena 6 mesi.
Ma anche tutto il vicinato si è accorto di quello che era accaduto e subito sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco.
Il parabrezza, nell'esplosione, è stato sbalzato a 200 metri di distanza, il tetto e le portiere sono stati completamenti scardinati dal botto.
Non una esplosione casuale, secondo la polizia che sta indagando, ma un vero e proprio attentato.
Secondo la scientifica potrebbe essere stato utilizzato anche dell'esplosivo.
La palazzina, due piani più una mansarda, non sarebbe stata raggiunta dalle fiamme ma stamattina appare comunque tutta annerita dal fumo.
La vettura è stata portata via, messa a disposizione della polizia scientifica che sta conducendo le indagini per risalire alla tipologia dell'esplosivo all'eventuale sito di fabbricazione e ulteriori elementi utili che possano individuare movente e autori.
Sulle scale dell'abitazione ancora qualche segno della violenta esplosione.
Pezzi di legno e plastica bruciati.
Le finestre aperte per arieggiare i locali e far passare via l'odore acre di bruciato che resiste ancora.
Le indagini sono affidate alla squadra mobile, guidata da Nicola Zupo.
Il pregiudicato è stato già ascoltato dalla polizia, ma avrebbe detto di non conoscere il motivo del gesto intimidatorio.

06/07/2007 10.37