Pescara: sos arenile, piccola mareggiata mette ko Villaggio Alcione

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1198

PESCARA. «E' bastata una piccola mareggiata a mettere ko l'arenile di Villaggio Alcyone, lo stesso escluso dal programma di ripascimento Ricama per il 2007-2008. All'altezza della concessione La Caravella si è creato un dislivello di circa un metro sulla battigia, con gravi ripercussioni sulla sicurezza dei bagnanti». La denuncia arriva da Fiba, l'organizzazione più rappresentativa degli imprenditori balneari di Pescara.
«Avevamo denunciato la situazione, e chiesto che al posto della sabbia venissero posizionati tre pennelli, per evitare situazioni di questo tipo» prosegue Fiba-Confesercenti, «avevamo consigliato e chiesto di anticipare i lavori del progetto Ricama previsti nella seconda fase a fine anno 2007-inizio 2008. Questa zona va tutelata, come si evince anche dalla certificazione rilasciata della direzione dei lavori del progetto Ricama, che indica come nella suddetta zona l'erosione sia di circa 200 metri: una certificazione firmata dal professore Pierluigi Togna».
A preoccupare ulteriormente i balneatori «c'è lo scarso sostegno da parte dell'amministrazione comunale e dell'Assessorato competente, latitanti ed estremamente poco incisivi sulla risoluzione dei problemi concreti, come dimostra l'esclusione di Pescara dalla seconda fase di Ricama, che invece include centri decisamente più piccoli di Pescara».
Per questo le imprese balneari non escludono di dare mandato all'ufficio legale di Fiba «per valutare l'opportunità di adire le vie legale contro la Regione Abruzzo».

06/07/2007 10.21