La Pilkington cresce e traina in consorzio industriale vastese

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1004

SAN SALVO. Nuovi investimenti programmati dalla Pilkington per un nuovo stabilimento produttivo a San Salvo, questa è solo una parte dell'intero quadro di sviluppo dell'intero tessuto produttivo del Consorzio Industriale del Vastese. Solo a partire dal 2006, sono stati autorizzati, oltre a 30 nuove attività, altrettanti ampliamenti di attività esistenti che rappresentano investimenti e occupazione per il territorio.
La Pilkington di San Salvo passata alla Nippon Sheet Glass nel giugno 2006, ha annunciato l'assunzione con contratti di apprendistato, per 70 dei 190 lavoratori interinali. Proprio la multinazionale giapponese nei giorni scorsi ha dato l'ok per il recupero del capannone ex Ilved di San Salvo per l'attivazione di un nuovo stabilimento per la produzione di vetrature e ricambi per la Bravo 2 a partire dalla primavera 2008.
Il consorzio industriale del Vastese tenterà di accelerare i lavori di potenziamento del porto e per il prolungamento della rete ferroviaria fino alle banchine di Punta Penna, ha svelato l'avvocato Fabio Giangiacomo, presidente del cda del Coasiv. «E' in questo contesto che si inserisce la vicenda Denso», spiega ancora Giangiacomo, «dovuta a fattori risalenti nel tempo, a cui fa da contraltare però, la ripresa di molti gruppi che fino a poco tempo fa erano in crisi, o, comunque segnavano il passo».
In altri termini il tessuto produttivo del Vastese, come dimostrano anche i traffici del Porto di Punta Penna, ha agganciato la ripresa economica che riguarda i settori della meccanica, dell'automotive e non solo.
«Il nostro comprensorio», continua Giangiacomo, «pur non producendo auto o moto finite, accoglie un forte tessuto produttivo che, oltre a Pilkington e Denso, conta altre decine di aziende che operano nel settore dell'automotive, per un totale di oltre 4000 addetti».
E il miglioramento della logistica, dell'energia, del capitale umano, della innovazione e delle risorse idriche «possano determinare una buona sponda per le imprese locali e per l'implementazione di nuove attività produttive».


05/07/2007 9.42