Il 40% degli alunni è vittima di bullismo. Giovedì a Pescara un convegno

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1226

ABRUZZO. Il 40% degli alunni tra i 9 e i 14 anni è vittima di episodi di bullismo. In questa percentuale sono compresi sia episodi generici come ‘l’essere preso in giro’ (66,6%), ma anche furti (15%) e minacce (7%). Il 6,5% dichiara di essere stato vittima di violenza e maltrattamenti fisici, mentre l'80% asserisce di essere stato testimone di episodi di bullismo. Sono i dati raccolti dall’Osservatorio Codici.
«Da gennaio ad oggi», spiegano dall'associazione, «data anche la crescente attenzione sociale rivolta al fenomeno, arrivano agli sportelli del Codici circa 10 telefonate al giorno, il 75 % delle quali giunge da familiari e educatori, mentre solo il 15% di esse proviene dagli studenti. Dai nostri contatti emerge che ad essere coinvolti in atti di bullismo sono specialmente gli alunni delle scuole secondarie e superiori, in particolare gli Istituti Tecnici e Professionali. Inoltre, l'elemento preoccupante è che gli atti di violenza raggiungono spesso una dimensione tale da essere penalmente perseguibili, mentre la matrice di tali atteggiamenti sembra essere, in primis, quella della non accettazione della diversità ( sessuale, handicap, colore della pelle)».
Nello sportello attivo a Pescara in Via Carlo Alberto Dalla Chiesa n.15, al momento i casi recepiti sono 8, di cui uno ha portato all'istituzione di un processo penale, 5 sono seguiti dallo psicologo e 2 dai professionisti attraverso delle azioni stragiudiziali.
I fatti coinvolgono giovani tra i 13 e i 15 anni e riguardano principalmente denunce di tentato stupro, minacce, insulti, atti violenti.
Del fenomeno che sembra dilagare sempre più si parlerà giovedì 5 luglio 2007 dalle ore 18:00 alle ore 20:00, nella sala consiliare del Comune di Pescara.
Interverranno la dottoressa Evelyn M. Field, insigne psicologa Australiana, esperta internazionale di Bullismo, la consigliera Nicoletta Verì (psicologa e direttore del centro Paolo VI), Monica Isabella Ventura (Ufficio Assistenza Psicologica dell'associazione Codici), i rappresentanti del Comune di Pescara e della provincia di Pescara, Gianna Camplone (Presidente dell'Associazione di volontariato DiversUguali).
Presiederanno al dibattito il Segretario Regionale CODICI-ABRUZZO Dr. Giovanni D'Andrea e il Segretario Provinciale Domenico Pettinari.
04/07/2007 8.38