Pescara. Inaugurato il parco della Speranza

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1309

PESCARA. Sabato si è svolta la festa di inaugurazione del Parco della Speranza, uno degli interventi strategici per la riqualificazione del quartiere 3 condotto nell'ambito del programma Urban2.
L'apertura completa del Parco della Speranza era un evento molto atteso, poiché questo spazio verde, insieme alla ludoteca annessa, è già diventato un punto di riferimento e di aggregazione collettiva per i bambini e le famiglie del quartiere Villa del Fuoco.
Presenti all'inaugurazione il sindaco Luciano D'Alfonso, l'assessore alle Politiche Comunitarie, Massimo Luciani, l'assessore Moreno Di Pietrantonio, il presidente della Circoscrizione 3, Plinio Pelagatti, e diversi consiglieri comunali.
I lavori di completamento del parco inaugurato sabato scorso hanno interessato il lato sud, che si estende per circa 6.500 mq, mentre quello nord, già riqualificato, presenta una superficie di ulteriori 9.000 mq.
Nel complesso, per la riqualificazione dell'intera area verde e la realizzazione della ludoteca sono stati impegnati circa 1.300.000 euro.
Dopo la festa per il Parco della Speranza si è svolta un'altra importante cerimonia per la consegna delle chiavi della nuova sede della Circoscrizione 3 in via Giardino (ex scuola elementare), uno spazio di circa 270 mq completamente rinnovato e reso funzionale e accogliente per ospitare tutte le attività del quartiere.

Nel programma degli interventi si inserisce anche quello per la realizzazione della Città della Musica, l'innovativa struttura culturale che si propone di diventare un importante punto di aggregazione per i giovani della città.
I lavori sono iniziati sabato scorso, con la demolizione del vecchio inceneritore nei pressi dello svincolo dell'asse attrezzato Chieti-Pescara.
L'intervento senza dubbio più importante per quanto concerne la viabilità e il collegamento del quartiere 3 con il resto della città è però quello relativo alla "Strada Pendolo"con cui saranno collegate due zone particolarmente importanti della città, quella del Tribunale e quella dell'Ospedale, al fine di trasferire una quota significativa del traffico dall'area interna a quella esterna, creando un percorso parallelo ed alternativo alla Statale Adriatica.
L'intervento, anch'esso finanziato con fondi "Urban", permetterà di realizzare una "strada-parco" «lineare, particolarmente curata dal punto di vista architettonico». Ai lati del manto stradale, inoltre, la via presenterà le caratteristiche tipiche di un parco, grazie alla presenza di specie floreali e alboree adeguate al percorso.


02/07/2007 9.31