Affondato ieri sera il cargo partito da Ortona

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1351

LECCE. Il cargo era partito da Ortona e avrebbe dovuto raggiungere l'Algeria. Invece ieri sera, la nave turca Tevfik Kaptan in difficoltà da quasi 12 ore è affondata nelle acque dello Ionio dinanzi alla costa salentina.
Erano da poco passate le 21:30 quando l'imbarcazione si è adagiata su un fondale di circa 20 metri a circa un miglio dalla riva.
Il cargo era inclinato di circa 40 gradi in quanto il carico che trasportava, oltre mille tonnellate di profilati di ferro, si era spostato su un lato.
Nel pomeriggio, intorno alle 16,30, l'equipaggio composto dal comandante e 10 marinai aveva abbandonato la nave nel momento in cui cominciava ad imbarcare acqua.
Il luogo dell'incidente è stato presidiato da unità navali della Capitaneria di Porto di Gallipoli coadiuvate da imbarcazioni di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Per contenere eventuali fuoriuscite di liquido inquinante e' sul posto anche un battello della società Castalia Ecolmar convenzionata con il ministero dell'Ambiente.
Una nave attrezzata per prosciugare eventuali liquidi pericolosi è giunta da Crotone.
I sindaci dei paesi costieri sono molto allarmati per l'accaduto e domani mattina siederanno ad un tavolo tecnico convocato nella sede della Capitaneria di Porto di Gallipoli per studiare eventuali soluzioni. Nei serbatoi della nave vi sono circa 19 tonnellate di carburante e 500 litri di olio lubrificante.
29/06/2007 13.30