Treni, protesta dei pendolari. 50 treni in tilt

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1354

LA PROTESTA. Circa duecento viaggiatori pendolari della Campania questa mattina hanno bloccato la stazione Tiburtina a Roma. Hanno invaso i binari, protestando contro l'aumento dei biglietti. Il traffico ferroviario nel Centro Italia è in tilt- Oltre 50 i treni fermi o deviati su altre linee.
Il treno che da Agrigento deve arrivare a Milano viaggia con un ritardo di 222 minuti. Il Napoli- Milano ne ha accumulati 95. Oltre 140 per Roma- Reggio Calabria. Problemi anche sull'Adriatica. Il Venezia Bari viaggia con un ritardo di 80 minuti.
Da questa mattina è in corso tra Fs e i pendolari una trattativa per far entrare nella stazione Tiburtina sette treni provenienti dal nord, bloccati alle porte di Roma, ad Orte e Orvieto.
La protesta è scattata per opera di un gruppo di pendolari settimanali. Fino al 2005 grazie a una convenzione con la Regione Campania pagavano un biglietto ridotto per la tratta, ma ormai l'accordo è scaduto da tempo. Ma la protesta ha mandato in tilt il traffico ferroviario.
Migliaia di persone, tra le quali anziani e bambini, in una giornata particolarmente afosa non possono raggiungere la stazione.
A tutto ciò si aggiunge il fatto che sono saltate le corse di una quarantina di treni regionali, in particolare Orte-Fara Sabina e la
Fr1 Roma-Fiumicino (mentre la Leonardo Express svolge regolare servizio), che partono ogni 15 minuti.

CONTROLLA IL TRAFFICO www.viaggiatreno.it


25/06/2007 10.12