Raddoppio Micron, ieri l'incontro con l'ambasciatore americano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

697

ABRUZZO. Il progetto di raddoppio della Micron è stato al centro dell'incontro con l'ambasciatore americano in Italia, Ronald Spogli che si è svolto ieri pomeriggio, a Roma, nella sede dell'Ambasciata. La delegazione abruzzese era guidata dal presidente Ottaviano Del Turco. Notizie nuove e rassicuranti in controtendenza con la cautela espressa qualche settimana fa dallo stesso polo industriale.
E' stato esaminato il progetto della multinazionale e le conseguenze che esso può avere sia in termini di nuova e qualificata occupazione, sia in termini di nuova centralità della regione Abruzzo su temi cruciali per l'avvenire del suo tessuto industriale e sul suo ruolo in Italia e in Europa. Spogli ha preso atto delle novità emerse in questa fase con l'accordo tra Regione e Governo sulla ridefinizione delle aree che possono consentire la nascita di nuove imprese che godano di aiuti e incentivi sollevati dagli obblighi e dalle costrizioni imposte dall'Europa. La Micron prenderà le sue decisioni al termine di un periodo di
analisi delle tendenze dei mercati internazionali e delle opportunità che
l'Abruzzo e il sistema Italia possono offrire ai suoi progetti e ai suoi sforzi.
«Abbiamo messo - ha commentato Del Turco a margine dell'incontro - un altro tassello nella costruzione di un'immagine dell'Abruzzo come regione proiettata verso traguardi ambiziosi di rinnovamento della propria cultura industriale e di competizione su temi alti, con economie che stanno cambiando la storia del mondo». Ma qualche settimana fa lo stesso direttore generale Sergio Micron aveva invitato alla cautela e avvertito i suoi dipendenti che il raddoppio dello stabilimento sarà un processo lungo e ancora tutto da
valutare
 


14/06/2007 11.31