Si cerca la ditta che gestirà la fetta più piccola dei parcheggi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1102

PESCARA. Ulteriore giro di vite sui parcheggi. Spariscono altre zone di sosta libera. Il sindaco di Pescara, Luciano D’Alfonso, ha firmato nei giorni scorsi il bando di gara per l’affidamento in concessione della gestione dei parcheggi a pagamento comunali. Il bando fa riferimento complessivamente a 2.745 spazi per la sosta di autovetture presenti su tutto il territorio comunale, che saranno gestiti dal concessionario per 7 anni a partire dalla data di sottoscrizione del contratto. IL REFERENDUM SUL PIANO TRAFFICO
«Le misure previste dal bando», ha spiegato lo stesso D'Alfonso, «permetteranno di estendere e razionalizzare le aree per il parcheggio nelle zone strategiche della città, ai sensi del vigente Piano Regolatore Generale».
Con questo bando di fatto si completa l'operazione avviata indirettamente con il bando per la riqualificazione dell'area di risulta della ex stazione ferroviaria, bando vinto dalla ditta Toto per la costruzione di nuove opere e la gestione di circa 5mila parcheggi a raso del centro cittadino.
La città dunque sarà divisa sostanzialmente in due per la gestione dei parcheggi: quella appunto interna alla Ztl, gestita dalla ditta Toto (i cui introiti andranno al privato, con la corresponsione di un canone minimo); e quella “periferica” gestita dalla ditta che vincerà questo appalto che dovrà corrispondere una cifra fissa al Comune.
Infatti , il bando prevede che il concessionario corrisponda al Comune un canone annuo minimo per la gestione dei parcheggi di 500mila euro, aumentato della percentuale offerta in sede di gara.
Dal canto suo il Comune riconosce al concessionario dei parcheggi i proventi derivanti dalla gestione della sosta nonché quelli derivanti dalla pubblicità nella struttura per una superficie massima di 96 mq.
Infine, il bando prevede che il concessionario realizzi, a propria cura e spese, due interventi di riqualificazione strettamente strumentali alla gestione del servizio: il primo relativo alla sistemazione dell'area del parcheggio di scambio di Pescara-Nord, che secondo la perizia del Comune prevede lavori per un importo pari a 74.614,20 euro; il secondo relativo ai lavori di adeguamento del parcheggio in struttura Portanuova, che prevede lavori per 66.528,04 euro.
Le opere realizzate diventeranno di proprietà dell'ente.

ECCO L'ELENCO ANALITICO DEI PARCHEGGI CHE SARANNO CONCESSI IN GESTIONE CON L'AGGIUDICAZIONE DEL BANDO:

- Largo dei Frentani – 32 posti auto;
- Via Valerio – 12 posti auto;
- Via dei Bastioni, nel tratto da via Orazio e viale d'Annunzio – 21 posti auto;
- Via Orazio – 30 posti auto;
- Piazza Alessandrini – 109 posti auto;
- Tribunale areale_a – 122 posti auto;
- Tribunale su strada – 66 posti auto;
- Tribunale areale_b – 164 posti auto;
- Tribunale areale_c – 124 posti auto;
- Viale Pindaro – 70 posti auto;
- Via Conte di Ruvo, nel tratto da Viale Marconi a Viale d'Annunzio – 22 posti auto;
- Via Colonna – 91 posti auto;
- Via Italica – 92 posti auto;
- Via dei Marrucini – 43 posti auto;
- Via dei Peligni – 31 posti auto;
- Via dei Marsi, nel tratto da via Italica a via Colonna – 24 posti auto;
- Via dei Sanniti, nel tratto da via Italica a via Colonna – 21 posti auto;
- Via Campotosto, nel tratto da via Tiburtina a via Aterno – 50 posti auto;
- Via Paolini / Largo Lama – 98 posti auto;
- Via Fonte Romana, nel tratto da Piazza Pierangeli a via Monte Faito – 65 posti auto;
- Via Monte Faito, nel tratto da via Monte Pagano a via Fonte Romana – 81 posti auto;
- Via Passolanciano (areale) – 150 posti auto;
- Area via Bologna – 100 posti auto;
- Via Paolucci, nel tratto da via Gobetti a via Puccini – 30 posti auto;
- Mercato Ittico – 50 posti auto;
- Via Acerbo – 19 posti auto;
- Parcheggio in struttura Portanuova, da completare attraverso l'esecuzione della perizia elaborata dal concedente – 328 posti auto;
- Parcheggio di scambio Pescara-Nord – 251 posti auto; da realizzare attraverso l'esecuzione della perizia elaborata dal concedente – 19 posti auto;
- Parcheggio di scambio Pescara-Sud – 430 posti auto.


12/06/2007 9.00

IL REFERENDUM SUL PIANO TRAFFICO

Si riunirà lunedì prossimo, 18 giugno, a Pescara, il Collegio dei Garanti per avviare le procedure preliminari allo svolgimento del Referendum sul Piano urbano del traffico del capoluogo adriatico. Lo ha reso noto il consigliere comunale di Alleanza nazionale al Comune di Pescara Luigi Albore Mascia, vicepresidente del Consiglio, tra i promotori dell'iniziativa.
«Lunedì prossimo – ha spiegato Albore Mascia – si riunirà per la prima volta il Collegio dei Garanti, costituito dal Presidente del Tribunale, il Difensore Civico, il Presidente del Consiglio comunale, il Segretario generale e il Presidente dell'Ordine degli Avvocati. Il Collegio si insedierà, procederà alla nomina di un Presidente e quindi si comincerà la verifica, sulla base della normativa vigente e del Regolamento sul Referendum, dell'ammissibilità dello stesso quesito referendario con il quale, ricordiamolo, si chiederà la revoca del Put».
«Il rispetto dei requisiti – ha ripreso il Consigliere Albore Mascia – è già stato verificato una prima volta dalla relativa Commissione Consiliare per il Referendum, con i riscontri tra l'elenco degli aventi diritto al voto e le firme apposte sulla richiesta. A questo punto si concretizzano in modo fattivo le procedure che, se si rispetteranno i tempi, ci consentiranno realmente di svolgere la consultazione referendaria entro l'autunno, una consultazione voluta dagli oltre 5 mila pescaresi che hanno firmato gli appositi moduli in pochi giorni di raccolta».
Referendum ormai indifferibile per il consigliere Albore Mascia «dinanzi a un traffico cittadino che ogni giorno si fa sempre più difficile da gestire e in cui non c'è nulla di definitivo, ma ogni decisione adottata, ogni senso unico, ogni rondò, vanno sempre considerati ‘precari', generando una costante confusione tra pedoni e automobilisti».

12/06/2007 12.13