Un passo avanti per la vertenza Valla Peligna e Alto Sangro

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

957

SULMONA. Sviluppo, competitività e buona occupazione per la Valle Peligna e l'Alto Sangro: è l'oggetto della bozza di protocollo d'intesa presentata dagli assessori al Lavoro, Fernando Fabbiani, e alle Attività produttive, Valentina Bianchi, allo staff tecnico-politico del ministro allo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, nel corso dell'incontro di ieri sulla vertenza Valle Peligna-Alto Sangro.
Sette le proposte pianificate nel documento di sei cartelle, cui si aggiungono una relazione tecnica, la piattaforma sindacale, e una serie di iniziative della Provincia dell'Aquila. I punti rappresentati come «cardini per lo sviluppo, la competitività e la buona occupazione» sono: interventi diretti a migliorare i fattori localizzativi attraverso il potenziamento dei collegamenti stradali, ferroviari, intermodali, portuali e aeroportuali; interventi volti a migliorare le infrastrutture per la localizzazione industriale mediante il potenziamento del Consorzio industriale di Sulmona e dei siti di Raiano e Corfinio; interventi per migliorare le infrastrutture di comunicazione attraverso il ricorso alla banda largha e alle fibre ottiche negli stessi insediamenti industriali; iniziative di politica industriale finalizzate a spingere il segmento dell'automotive, facendo leva sull'indotto Fiat; iniziative per la valorizzazione e lo sviluppo delle risorse ambientali e naturali, ottimizzando la presenza di tre parchi nazionali e un parco regionale; eventi ed iniziative di carattere culturale, attraverso l'integrale riattazione dell'abbazia celestiniana; individuazione di una nuova zona franca urbana secondo i dettami della finanziaria dello Stato per sostenere le aree che presentino situazioni di esclusione socio-economica e bassa occupazione.
«Tutti i punti sono stati apprezzati e condivisi dai partner presenti al Ministero», ha evidenziato Fabbiani.
L'iter prevede che il documento venga sottoscritto dai singoli livelli territoriali coinvolti per essere definitivamente esaminato dal Governo entro giugno, con una nuova convocazione delle parti a Roma.
«La nostra strategia - ha concluso l'Assessore - è fare ricorso ad un pacchetto di strumenti di natura straordinaria, da qui il coinvolgimento, per competenza, di ben cinque ministeri e degli assessorati ai Trasporti e al Turismo».
La bozza di protocollo sarà ufficialmente approvata dalla Regione nel corso della prossima riunione della task force per l'occupazione.

01/06/2007 9.47