Due filoni d’inchiesta, le indagini sul Comune vanno avanti da più di un anno

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2422

PESCARA. Due filoni d’inchiesta del 2006. Il primo partito più di un anno fa, il secondo ad ottobre scorso. Possibili legami con l’inchiesta “Ciclone” di Montesilvano. Sono questi gli importantissimi elementi pubblicati oggi dal Messaggero in un articolo di Maurizio Cirillo. Elementi molto utili che possono fornire un quadro più preciso di quello che potrebbe essere un vero e proprio “Uragano” per la vita politica cittadina e regionale.  LA NOTIZIA DELL'INCHIESTA - LE PAROLE DI TRIFUOGGI

PESCARA. Due filoni d'inchiesta del 2006.
Il primo partito più di un anno fa, il secondo ad ottobre scorso. Possibili legami con l'inchiesta “Ciclone” di Montesilvano. Sono questi gli importantissimi elementi pubblicati oggi dal Messaggero in un articolo di Maurizio Cirillo. Elementi molto utili che possono fornire un quadro più preciso di quello che potrebbe essere un vero e proprio “Uragano” per la vita politica cittadina e regionale.


 LA NOTIZIA DELL'INCHIESTA - LE PAROLE DI TRIFUOGGI


Procedimenti e, dunque, indagini, aperte un anno fa significa soprattutto aver avuto tutto il tempo per capire, raccogliere elementi, documenti, intercettare discorsi, accordi, progetti ed intendimenti.
Significa che la Procura di Pescara ha in mano già una considerevole quantità di prove che evidentemente giudica un punto di partenza importante se poi le indagini sono proseguite per tutto questo tempo.
E se nel mirino per ora si sa che è finito di sicuro un politico della commissione urbanistica non è detto che la macchia si possa allargare e coinvolgere molti più dipendenti comunali e magari altri imprenditori.
Secondo una pratica consolidata quando i sequestri arrivano di solito aprono una seconda fase delle indagini, quando diventa indispensabile avere documenti. Il lato "negativo" è che in questo modo le indagini diventano "pubbliche", le voci si spargono, i malumori e i mal di pancia crescono.
Una volta divulgata la notizia gli inquirenti sono costretti ad operare con modalità diverse, ma se si è voluto passare ad un atto pubblico significa che gran parte delle prove sono già al sicuro.
Di carne al fuoco deve essercene davvero molta allora se a lavorare congiuntamente c'è un pool di quattro magistrati, se le carte sequestrate riguardano una lunga serie di opere e accordi di programmi.
Sempre secondo il Messaggero poi sarebbero ben 9 i costruttori impigliati nella nuova inchiesta:«Aldo Primavera, Ermanio Cetrullo, Alfio Sciarra, Enio Chiavaroli, Domenico Catani, Dino Di Vincenzo, Giovanni Di Vincenzo, Franco Olivieri(per il gruppoD'Andrea&D'Andrea),Franco, Antonino e Domenico Lamante e Alessandro Costantini», scrive il quotidiano.
E alcuni di questi nomi ricorrono spesso anche nell'altra inchiesta di Montesilvano, in quel caso erano premi di cubatura e tangenti, in questo caso sarà la procura a dover provare eventuali illeciti.
Ma le accuse per ora sono chiare: abuso d'ufficio e corruzione che non farebbe pensare ad uno scenario poi così diverso…
Inoltre, ieri sono scattate perquisizioni presso le sedi anche del gruppo Di Vincenzo, uno dei più grandi della Regione.
Tra gli appalti finiti nel mirino della procura le “tre torri”, e nuova futura sede della Regione, l'area di risulta (inchiesta aprtita ad ottobre scorso), parco Florida e molte altre opere che hanno visto protagonisti gli imprenditori citati.
Ritornano in mente allora le parole del procuratore della Repubblica Trifuoggi quando a PrimaDaNoi.it disse profetico in tema di corruzione «temo che interverremo abbastanza presto nuovamente».
Sono passate appena due settimane e la profezia si è avverata.
In quella occasione aggiunse anche «per fortuna, nonostante ogni giorno si parli di intercettazione sui giornali e alla tv ci sono ancora persone "molto intelligenti" che parlano al telefono... e grazie a Dio».
Siamo sicuri che questa più che una profezia possa essere una rassicurazione.
Intanto il clima a Palazzo di Città è pessimo, nuvoloni neri si addensano, isterismi e ricerca spasmodica di notizie che possa in qualche modo rassicurare.

18/05/2007 11.07