LA CONTESTAZIONE

San Giovanni Teatino, 5 Stelle contro nomina Di Nicola: «inopportuna e discutibile»

Scelto il nuovo amministratore della Sgt Sport

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

459

San Giovanni Teatino, 5 Stelle contro nomina Di Nicola: «inopportuna e discutibile»

SAN GIOVANNI TEATINO. Il MoVimento 5 Stelle contesta la nomina («è inopportuna ed alquanto discutibile»)  del nuovo Amministratore della SGT Sport, società pubblica che gestisce gli impianti sportivi comunali a San Giovanni Teatino,


Si tratta di Luciano Di Nicola. Dal Comune viene enfatizzato che da anni, il futuro amministratore, si occupa dello sport locale.

Ma i grillini contestano il fatto che nulla sia stato specificato sul ruolo che questi rivestiva all’interno del Comitato Direttivo della ASD Sambuceto Tennis.

Si tratta dell’associazione che gestiva l’attività agonistica e di scuola tennis all’interno del circolo tennis comunale e che, al momento, ha ancora un contenzioso nei confronti della comunità, per fatture non pagate, oltre alla necessità di riconteggio delle fatture alle quali, per anni, si sono applicate tariffe errate.

Cosa succederà adesso?

«Il nuovo amministratore rifarà i conti a se stesso», attacca il consigliere comunale Mario Cutrupi, «magari riuscendosi a convincere a saldare il debito? Si, perché fino a dicembre 2017 l’ASD ha usufruito dei campi e le fatturazioni avranno sempre gli stessi errori».

Il Movimento 5 Stelle contesta anche il fatto che nulla viene detto sul fatto che l’attuale Assessore allo sport della Giunta Marinucci, Roberto Ferraioli, lavori per conto di Di Nicola.

Questo pone un altro interrogativo: «ci sono state influenze di “uno” nei confronti “dell’altro” nei passaggi che ci hanno portato a questa situazione? Vale la pena ricordare che il successo della gestione pubblica per la piscina, ottenuto dalla SGT Sport, è da attribuire anche al fatto che, con la nuova gestione, tutti i vecchi “attori” vennero messi da parte. Per quali motivi non applicare la stessa cura alla nuova gestione pubblica del circolo tennis?»  

Secondo Cutrupi «più che salvare la struttura sportiva sembra si miri a salvaguardare i vecchi gestori che, praticamente, non sembra abbiano mai lasciato le redini dell’impianto».

L’amministrazione afferma che la nomina di Di Nicola rientra in un piano di riorganizzazione del settore sportivo ma per i grillini l’operazione serve solo ad affermare «che il circolo tennis è e deve essere gestito dalle solite persone, a prescindere da chi lo stia pagando. Sindaco, grazie a questa discutibile decisione hai costretto la città a fare un passo indietro di anni. E’ evidente che in questa decisione sono prioritari gli equilibri politici e non il bene comune».