BREVE

RACCOLTA DIFFERENZIATA: AUMENTA NEI COMUNI GESTITI DA COGESA

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

57

SULMONA. Decolla la percentuale di raccolta differenziata a giugno nei Comuni gestiti da Cogesa SpA.

Su 47 in totale dove viene svolto il servizio di porta a porta, ben 40 hanno percentuali superiori al valore minimo stabilito dalla legge del 65 per cento.

Guida la classifica Villalago, dove la raccolta differenziata vola all’88,2%; seguito a ruota da Calascio con l’86,9; Santo Eusanio Forconese con l’85,4; Poggio Picenze con l’81,9 e Ateleta con 81,6.

Nella fascia di percentuale dal 70 per cento in su, svetta Castelvecchio Subequo col 78,5%, con la percentuale che comprende anche la quota di compostaggio domestico, seguito da Prata d’Ansidonia col 76,6%, Castel di Ieri e Fossa col 77,5 pari merito; Barisciano col 75,6; Sulmona che da gennaio già svetta al 75,3%; Goriano Sicoli e Molina Aterno portano la bandiera della Valle Subequana col 74,9%, seguiti da Fagnano col 74,8%, Raiano e Scontrone col 74,3 e Villa Santa Lucia 74,2; Bugnara 73,3 (inserita anche la quota di compostaggio domestico);, Gagliano Aterno 73,7; Cocullo 72,9; San Benedetto in Perillis 72,7; Navelli 72,1; Vittorito 72,5; Ocre 71,7; Scanno 71,3; Caporciano 71,2; Ofena 70,9; Castel di Sangro 70,3; Acciano 70,2; San Demetrio ne’ Vestini 70%.

Superano la quota della percentuale minima del 65 per cento stabilita dalla legge Introdacqua e Villa Sant’Angelo col 69,8; poi Secinaro (69,5, compresa la quota del compostaggio domestico), Corfinio (69,4), Pacentro (69,1), Pettorano (68,4), Anversa (68,1), Cansano (66,7), Capestrano (66,4).