BREVE

TORREVECCHIA TEATINA: SENZA CHIESA DAL 2016. IL PARROCO SOLLECITA

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

526

TORREVECCHIA TEATINA. La Comunità di San Giuseppe nella frazione di Castelferrato in Torrevecchia Teatina attende con impazienza e trepidazione la riapertua della chiesa, che i propri antenati con tanti sacrifici hanno costruito.

La chiesa è stata dichiarata inagibile in seguito al terremoto del 30 ottobre 2016, dopo esserci stata una precedente richiesta con sopralluogo a seguito del sisma del 24 agosto 2016, e subito il Comune, secondo le disposizioni, come ente incaricato si è mosso per chiedere le perizie di esperti, i quali hanno confermato l’inagibilità della chiesa. Si è presentato un progetto agli enti preposti, sembrerebbe che la chiesa sia in lista ma da un anno sembra essersi tutto paralizzato.

 

Il parroco don Nicolino Santilli, coadiuvato da un Comitato cittadino, ha anche fatto un ulteriore richiesta agli enti preposti in data 30 aprile a.c. e ad oggi ancora tutto tace, nonostante siano passati quasi due mesi. «Comprendo la priorità di voler riaprire almeno una chiesa in ogni paese colpito dal sisma» dichiara il parroco «ma non comprendo il silenzio assordante da parte delle competenti autorità preposte per la ricostruzione ad una domanda di chirificazione sull’argomento».

La popolazione tutta si auspica che quanto prima ci siano buone nuove e che si possa tornare a celebrare dignitosamente nell’edificio di culto.