BREVE

CAMERA COMMERCIO L’AQUILA POSTI A RISCHIO

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

15


L'AQUILA. Due esuberi, su un totale di una quarantina di lavoratori della Camera di commercio di L'Aquila, che potrebbero essere tamponati con la formula del prepensionamento, trentadue, invece, i posti a rischio tra Cresa, Agenzia per lo sviluppo, Centro esteri e Centro interni. E' il quadro emerso nell'ultimo consiglio della Camera di commercio della provincia di L'Aquila. Paolo Sangermano, segretario Cisl della provincia dell'Aquila, chiede un incontro urgente con il presidente, Lorenzo Santilli.

La Cisl chiede al presidente Santilli di aprire anche un tavolo di concertazione con le organizzazioni sindacali per fare chiarezza sulla fusione con Teramo. Sui due esuberi, secondo la Cisl, si tratta di dipendenti che potrebbero, per anzianità, andare in prepensionamento.