BANCHE

Nasce la "Banca del Gran Sasso d'Italia"

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

561

Nasce la "Banca del Gran Sasso d'Italia"

TERAMO.  La Banca del Vomano cresce e diventa 'Banca del Gran Sasso d'Italia': l'Assemblea dei soci ha approvato oggi all'unanimita' il cambio della denominazione sociale dell'istituto di credito cooperativo varando, cosi', la sua espansione anche in provincia dell'Aquila grazie all'accordo stretto con il Comitato promotore della Costituenda Banca dell'Aquila. Il progetto di sviluppo territoriale della Banca del Vomano - approvato da Banca d'Italia con delibera n. 346/2017 - prevede l'apertura di una sede distaccata all'Aquila entro l'estate e il conferimento del capitale raccolto dal Comitato promotore della Costituenda Banca dell'Aquila di circa 1,2 milioni di euro da riferire a oltre 500 soci sottoscrittori, nel capitale nel nuovo istituto di credito cooperativo "Banca del Gran Sasso d'Italia". "Dall'inizio della nostra attivita' nel gennaio 2015 e dopo l'apertura della filiale di Montorio al Vomano nel 2016, oggi compiamo un nuovo e importante passo per il nostro consolidamento e sviluppo", spiega il presidente Giulio Cesare Sottanelli. "Dalla vallata del Vomano - prosegue - la nostra compagine sociale si allarga in provincia dell'Aquila, nella citta' capoluogo di regione. Unendo le forze diamo cosi' compimento al grande lavoro compiuto negli ultimi anni dal Comitato promotore della Banca dell'Aquila che conferira' il capitale raccolto nel nostro istituto: in tal modo anche gli oltre 500 soci aquilani avranno la loro banca del territorio. La nuova filiale della Banca del Gran Sasso d'Italia aprira' a L'Aquila entro l'estate, abbiamo gia' individuato i locali all'interno del perimetro del centro storico: questo passo ci rende piu' forti e radicati e pone le basi per un nuovo progetto di banca del territorio venuto a mancare nella nostra regione, un modello quanto mai necessario per sostenere famiglie e imprese in questa fase economica ancora cosi' incerta e difficile".

L'importante delibera e' stata approvata oggi durante l'Assemblea straordinaria della Banca del Vomano che si e' riunita stamattina a Villa Vomano (Teramo) alla Corte dei Tini alla presenza di oltre 500 soci. L'Assemblea, durante la sessione ordinaria, ha poi proceduto all'approvazione del bilancio consuntivo 2016 e al rinnovo degli organi sociali (Consiglio di amministrazione, Collegio sindacale e Collegio dei probiviri). A portare il loro saluto istituzionale sono stati il presidente della Provincia di Teramo, Renzo Di Sabatino e il presidente dell'Istituto Zooprofilattico Manola Di Pasquale. Il Consiglio di Amministrazione della Banca del Gran Sasso d'Italia eletto in carica per i prossimi tre anni e' composto da: Giulio Cesare Sottanelli - riconfermato dall'Assemblea come presidente - Roberto Vallarola, Gabriele Di Simone, Gianni Dell'Orletta, Luigi D'Adiutorio, Marco D'Alfonso, Aurelio Malvone, Giustino Di Filippo, Domenica Arangiaro, Davide Lisciani e Michele Servi. Il Collegio Sindacale eletto e' composto da Franco De Nigris (presidente), Donato Del Sole e Manuel De Nicola (sindaci effettivi) e Enrico Gambini e Antimo Caporaletti (sindaci supplenti), il Collegio dei Probiviri e' presieduto da Luciano D'Amico (designato della Federazione Abruzzo e Molise) e composto da Gabriele Di Giuseppe e Fabiola D'Antonio (membri effettivi) e da Giancarlo Lucci e Pietro Palozzo (membri supplenti). L'Assemblea ha approvato all'unanimita' il bilancio 2016. La raccolta totale e' stata di 52 milioni di euro (27 milioni diretta e 25 milioni indiretta), facendo segnare un +172% rispetto al 2015, i clienti sono saliti a 1.089, aumentando del 59% e gli impieghi netti al 31/12/2016 sono stati pari a 17,3 milioni, 5,3 milioni in piu' (+44%) rispetto al 2015.