VIAROTTI

Cipe e Strada dei Parchi: primo via libera a 2 miliardi  per i lavori “urgenti” sull’A24-A25

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

588

Autostrada A24, allarme su 8 viadotti: «rischio collasso». Limitazioni ai tir tra Lazio e Abruzzo


L'AQUILA. Il Cipe nella riunione di ieri  ha preso atto del nuovo schema di aggiornamento e revisione del piano economico-finanziario oggetto di trattativa in questi ultimi mesi tra la società Strada parchi Spa, concessionaria delle Autostrade A24 e A25 che collegano Lazio e Abruzzo, e il ministero delle Infrastrutture.

Si tratta della seconda revisione, dopo quella del 2009 che già rivedeva quella che aveva permesso nel 2001 di vincere la gara internazionale a Strada dei Parchi con l’offerta migliore. Il piano economico e finanziario presentato però è stato rigettato più volte dal ministro Delrio per una serie di ragioni, una tra queste era che la società proponeva lavori straordinari per raddrizzare il tracciato autostradale con la costruzione di una decina di nuove gallerie per un importo di oltre 7 miliardi di euro che sarebbero dovuti rientrare all’interno della convenzione e cioè ripagati con i finanziamenti pubblici e dei pedaggi.

L'ultimo piano economico, invece, prevede uno stanziamento di circa due miliardi di euro per la messa in sicurezza (prevista nella legge di stabilità 2012, che segue al terremoto dell'Aquila del 2009 e in cui viene riconosciuta la strategicità dell'arteria in funzione di Protezione Civile) e per calmierare le tariffe autostradali il cui aumento di circa il 13 per cento scattato dal primo gennaio scorso, ha provocato polemiche nei territori delle due regioni.

Secondo quanto si è appreso si tratta di una presa d'atto formale che diventerà sostanziale quando il concessionario darà l'ok definitivo all'intesa.

Si tratta di un passo preliminare dunque che si attendeva da mesi nei quali si è innescata più volte la polemica per  lavori in sè, quelli della estrema urgenza di rafforzare i viadotti minati dal terremoto del… 2009 e per finire con l’ultimo aumento dei pedaggi: polemica dura una decina di giorni per poi dissolversi nel nulla mancando clamorosamente le promesse elettorali di sgravi ai pendolari.



ALTRI SOLDI IN ARRIVO

Il Cipe ha stanziato inoltre per l'Abruzzo la somma di 3,1 milioni di euro per i completamenti degli impianti di trattamento biologico di Castel di Sangro (L'Aquila) assegnati alla Comunità montana alto Sangro - Altipiano Cinque Miglia con una quota aggiuntiva di 914mila euro nell'ambito di un finanziamento complessivo di 1,6 milioni e dell'impianto del consorzio rifiuti Civeta di Vasto(Chieti) con una dotazione aggiuntiva di 330mila euro per uno stanziamento complessivo di 1,5 milioni. Il Cipe ha infine assegnato una dotazione finanziaria di 6 milioni e 110mila euro per l'acquisizione da parte della Regione Abruzzo di tecnologie per la radioterapia oncologica di ultima generazione. Alla riunione, per la Regione Abruzzo c'era il consigliere regionale del Pd Camillo d'Alessandro, neo deputato, che ha sostituito il presidente della giunta, Luciano d'Alfonso, anche lui eletto in Parlamento come senatore.