L'APPALTO

Asl Abruzzo, maxi appalto lava-nolo da 47 milioni di euro

C’è tempo fino al 10 maggio 2018

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1766

Asl  Abruzzo, maxi appalto lava-nolo da 47 milioni di euro

 

 

ABRUZZO. La Regione Abruzzo ha indetto una gara per il noleggio e la sanificazione della biancheria nelle 4 Asl abruzzesi.

Un maxi appalto da quasi 50 milioni di euro per 4 anni che sarà suddiviso in più lotti. Nei giorni scorsi è stato approvato il disciplinare di gara. Al momento la Asl di Teramo ha un contratto che scadrà a settembre del 2019, mentre l’Asl aquilana ha già indetto una procedura di gara che però è oggetto di contenzioso.

Il contratto sarà aggiudicato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa che prevede la valutazione dell’offerta secondo il miglior rapporto qualità prezzo (70 punti per l’offerta tecnica e 30 per l’offerta economica).

Per quanto riguarda la Asl di Teramo il contratto sarà stipulato solo quando quello in vigore scadrà (dunque a settembre del 2019) mentre per la Asl di L’Aquila solo e quando il contenzioso in atto sarà risolto.

Prevista anche la clausola sociale, ovvero il fornitore dovrà mettere a disposizione personale dedicato per garantire i servizi richiesti e dovrà prioritariamente assumere gli stessi addetti che operavano alle dipendenze dell’appaltatore uscente per gli stessi servizi (e per il medesimo orario di lavoro complessivo da essi reso) oggetto del presente appalto, a condizione che il loro numero e la loro qualifica siano armonizzabili con l’organizzazione d’impresa prescelta dalla ditta aggiudicataria.

Il plico contenente l’offerta, a pena di esclusione, deve essere sigillato ed arrivare all’Asl di Chieti entro le ore 12,00 del giorno 10 maggio 2018.

La prima seduta pubblica si terrà il giorno 15 maggio 2018, alle ore 9,30 nei locali della A.S.L. Lanciano – Vasto – Chieti. Una volta effettuato il controllo della documentazione amministrativa, il RUP procederà a consegnare gli atti alla commissione giudicatrice. La commissione giudicatrice, in seduta pubblica, procederà all’apertura della busta concernente l’offerta tecnica ed alla verifica della presenza dei documenti richiesti dal presente disciplinare. In una o più sedute riservate la commissione procederà all’esame ed alla valutazione delle offerte tecniche e all’assegnazione dei relativi punteggi applicando i criteri e le formule indicati nel bando e nel presente disciplinare.