POST SISMA

Terremoto: tutti i numeri dell’assistenza ai terremotati

1.650 casette, ancora 6mila assistiti, 211mila i sopralluoghi di agibilità, 35% scuole inagibili

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

174

Terremoto Abruzzo, scuole abruzzesi ancora chiuse per verifiche. Ecco la lista

 

 

 

ROMA.  Quasi 1.650 casette consegnate su oltre 3.600 ordinate, seimila persone ancora assistite, quasi 211mila sopralluoghi di agibilità effettuati, 35% delle scuole di quattro regioni inagibili, 30mila volontari impegnati nel corso di tutta l'emergenza. I dati aggiornati sulle attività della protezione civile per le popolazioni del centro Italia sono stati resi noti in occasione della consegna al Dipartimento della medaglia d'oro al valore civile da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE: Ad oggi sono complessivamente 6.128 le persone assistite. Di queste, 4.316 si trovano negli alberghi (2.185 sul proprio territorio e 2.131 in altre località lungo la costa adriatica e sul lago Trasimeno), altre 981 sono ospitate nei container allestiti nei mesi scorsi dal Dipartimento e 831 sono ospitati negli alloggi realizzati in occasione di terremoti del passato in Umbria, Marche e Abruzzo e in altre strutture comunali. Più della meta degli assistiti, 3.628 persone, sono residenti nelle Marche; 1.388 sono quelli in Abruzzo, 926 quelli in Umbria e 186 quelli nel Lazio. Quasi 42mila cittadini, inoltre, usufruiscono del Contributo di autonoma sistemazione (Cas)

 

SOLUZIONI ABITATIVE DI EMERGENZA: Al momento sono 1.648 le casette consegnate, di cui 674 nel Lazio, 391 in Umbria, 557 nelle Marche e 26 in Abruzzo. Vi abitano complessivamente 2.494 persone mentre altre 720 sono nei Moduli abitativi prefabbricati rurali (Mapre). Le casette ordinate da 50 comuni sono complessivamente 3.691: l'Abruzzo ne ha chieste 238 per 13 comuni, il Lazio 826 per 6 comuni, l'Umbria 784 per i comuni di Norcia, Preci e Cascia e le Marche 1.965, per 28 comuni. Attualmente sono in corso i lavori in 133 aree.

 

VERIFICHE AGIBILITA': Secondo i dati comunicati dalle Regioni, ad oggi sono stati quasi 211mila i sopralluoghi effettuati sugli edifici pubblici e privati: 75mila con la procedura Aedes e quasi 136mila con la procedura Fast. Le verifiche hanno riguardato anche gli edifici scolastici delle aree colpite: su oltre 2.633 edifici controllati, il 66% è risultato agibile. VOLONTARI: Dal 24 agosto del 2016 si sono avvicendati tra Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria oltre 30mila volontari, appartenenti a 40 diverse organizzazioni di volontariato nazionali. A questi si aggiunge l'impegno del volontariato regionale e locale dei territori colpiti. L'impiego massimo dei volontari è stato raggiunto nella settimana successiva al sisma del 30 ottobre 2016, con circa 1.350 volontari in campo.

 

CONTAINER: Tra dicembre 2016 e febbraio 2017 sono state realizzate 23 aree container in nove comuni marchigiani e umbri: Cascia e Norcia in Umbria, Petriolo, Pieve Torina, Amandola, Tolentino, Camerino e Visso nelle Marche, per una capienza di circa 1.400 posti: ad oggi ci vive ancora un migliaio di persone.