LA RICETTA DEL GIORNO

RAVIOLI ALLA CAPRESE

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

801

RAVIOLI ALLA CAPRESE

 

E’ una ricetta antica dell’isola di Capri. Il profumo della maggiorana fresca inserita nel ripieno dei ravioli, l’impasto senza uova ed un semplice sugo di pomodoro rende questo piatto leggero da servire ad ogni età.

 


Ingredienti per 4 persone:

per la pasta:

400gr. semola rimacinata di grano duro (200gr. semola e 200gr. farina 0)

acqua calda q.b.

2 cucchiai olio extv.

Ripieno:

400gr. caciotta (o formaggio primo sale o ricotta )

100gr parmigiono gratt.

1 mazzetto maggiorana fresca

2 uova

Per la salsa di pomodoro:

500 gr. pomodori freschi rossi pelati

Olio extv, aglio, sale, basilico.

 

 

 

Nella ricetta originale si usa la caciotta di Sorrento, ma per chi vive in altre zone d’Italia va bene una caciotta locale semistagionata o primo sale o addirittura ricotta. Dopo aver grattugiato la caciotta aggiungere maggiorana, uova e parmigiano.

Impastare la farina di semola con l’olio e acqua calda fino ad ottenere un composto liscio e non troppo duro. Dopo un riposo di almeno 1 ora, ricavare con la macchinetta della pasta (nonna papera) delle sfoglie sottili fino ad arrivare alla penultima tacca. Sulle sfoglie di pasta poggiare al centro dei mucchietti di ripieno, distanziandoli tra di loro di tre centimetri, coprire con un’altra sfoglia. Con le mani cercare di fare aderire la pasta al composto facendo uscire le bolle d’aria. Ritagliare i fagottini ottenuti con una formina dentellata  rotonda.

Disporli sulla spianatoia o su un vassoio infarinato. Preparare una salsa semplice facendo imbiondire l’aglio in 2 cucchiai di olio extravergine. Per rendere il sugo più profumato unire prima qualche foglia di basilico ben asciugata, per evitare schizzi bollenti, e dopo pochi secondi  il pomodoro fresco. Regolare di sale e lasciare cuocere per 10’. Cuocere i ravioli in acqua bollente salata per 5’ o 7’, scolare bene e condire con il pomodoro.

Servire guarnendo il piatto con foglie di basilico fresco.

Buon appetito, Nellina.