Miglior cuociriso 2020

Siete degli amanti del riso? Vi piacerebbe cucinarlo più spesso, ma non avete molto tempo per cuocerlo?

Per chi non ama stare ai fornelli può essere una tortura cucinare il riso, dato che richiede tempi di cottura abbastanza lunghi, anche rispetto alla pasta. Se poi parliamo di riso integrale o altri tipi sperimentali, il tempo di cottura si dilata ancora di più.

Perché il cuociriso può essere un’ottima opzione? Perché è veloce e facile da usare, ma soprattutto, una volta avviato, svolge il lavoro praticamente in automatico.

Molti modelli, una volta completata la cottura, attivano automaticamente una funzione che permette di tenere in caldo il riso, anche per diverse ore.

Ci sono anche cuociriso che non permettono solo di cucinare il riso, ma anche altri tipi di cibi come i legumi, i cereali, le verdure, le minestre e altro ancora. Sembra un’ottima soluzione per chi vuole continuare a mangiar sano, pur avendo poco tempo a disposizione per farlo.

I cuociriso disponibili sul mercato sono molti, ma noi vi guideremo in questo labirinto di modelli, con funzionalità e caratteristiche diverse.

I migliori cuociriso: classifica top 4

Cuociriso Russell Hobbs

Caratteristiche:

Il cuociriso Russel Hobbs dalla capacità di 1.8 litri e una potenza di 700 watt è realizzato in acciaio inossidabile ed è possibile sceglierlo nei colori nero ed acciaio.

Dispone di una funzione automatica con spia luminosa che permette di mantenere in caldo il riso, una volta completata la cottura. Acquistandolo troverete anche una spatola e un misurino inclusi.

Nota dell’editore:

Questo cuociriso dispone anche di un cestello aggiuntivo per la cottura al vapore, ideale per cucinare pesce e verdure in maniera sana e genuina.

Opinioni dei clienti: cosa pensano i consumatori?

I clienti sono rimasti molto soddisfatti dall’acquisto di questo cuociriso perché permette di cuocere il riso in poco tempo, senza dover prestare attenzione alla cottura.

È molto semplice da pulire ed intuitivo nell’utilizzo. Qualcuno si è lamentato del foro posto in alto, da cui è possibile che fuoriesca un po’ di acqua in fase di ebollizione.

Vantaggi:

-Ottimo rapporto qualità/prezzo;
-Facile da pulire;

-Intuitivo.

Svantaggi:

-Funzionalità basiche;

Cuociriso Reishunger

Caratteristiche:

Il Cuociriso Reishunger ha una capacità di 1,2 litri ed una potenza di 500 watt. Oltre a svolgere perfettamente il suo lavoro da cuociriso, possiede altre funzionalità come quella scaldavivande che permette di tenere il riso in caldo anche per 8 ore.

La pentola interna, estraibile, è realizzata in alluminio, ed è antiaderente, con un pattern a nido d’ape sul fondo che impedisce al riso di attaccarsi.

Insieme al cuociriso troverete anche un cucchiaio per la cottura del riso, un inserto per la cottura a vapore e un misurino.

Nota dell’editore:

Non appena il riso sarà pronto, il cuociriso passerà automaticamente in modalità scaldavivande e ciò vi permetterà di cucinare più cibi in contemporanea.

Il cuociriso, con una capacità di 1,2 litri assicura la preparazione di una quantità di riso, ideale per 4 o 6 persone. Per questo può essere ideale sia per famiglie, che per single.

Opinioni dei clienti: cosa pensano i consumatori?

Le opinioni di chi l’ha provato sono molto positive. Sono state particolarmente apprezzate alcune caratteristiche, tra cui l’intuitività, la cottura perfetta del riso, la padella interna antiaderente che impedisce al riso di rimanere sul fondo. Qualcuno ha lamentato la mancanza del timer, che tutto sommato può essere compensato dalla funzione scaldavivande.

Vantaggi:

-Semplice ed intuitivo;

-Cottura perfetta;

-Ottimo rapporto qualità/prezzo.

Svantaggi:

-Mancanza della funzione timer.

Cuociriso Russel Hobbs

Caratteristiche:

Il cuociriso Russel Hobbs ha una capacità di 1.2 litri e permette di cuocere fino a 14 porzioni di riso. Oltre alla sua funzione di base dispone anche di un cestello con cui è possibile cuocere al vapore carne, pesce, e verdure.

Dispone anche di una funzione di mantenimento in caldo che scatta in automatico e una pentola antiaderente e rimovibile, che sarà possibile lavare anche in lavastoviglie. Propone un misurino e un mestolo come accessori.

Nota dell’editore:

Il cuociriso Russel Hobbs in questione dispone di una serie di piccoli dettagli che rendono il suo utilizzo molto semplice.

Questo modello, oltre alla funzione scaldavivande automatica, possiede anche un coperchio ermetico che mantiene intatto l’aroma delle pietanze e una valvola che assicura la distribuzione uniforme del vapore.

Opinioni dei clienti: cosa pensano i consumatori?

Secondo i clienti si tratta di un cuociriso leggero e poco ingombrante. Soddisfa appieno la sua cottura del riso e note positive anche per la vaporiera. L’unica pecca che sembra rendere perplessi i consumatori è la mancanza del timer.

Vantaggi:

-Ottimo rapporto qualità/prezzo;

-Poco ingombrante;

-Semplice nell’utilizzo.

Svantaggi:

-Mancanza del timer.

Cuociriso Tristar RK-6117

Caratteristiche:

Il Cuociriso Tristar RK-6117 è una piccola chicca: la sua capacità è di soli 0.6 litri ed ha una potenza di 300 watt. Sicuramente non è indicato per chi ha bisogno di cucinare per molte persone, date le sue dimensioni molto contenute, che comunque permettono di preparare fino a 3 porzioni di riso.

Dispone della funzione che permette di tenere il riso in caldo.

Nota dell’editore:

Realizzata in acciaio inox, con una pentola interna estraibile antiaderente, viene fornita con alcuni accessori, con misurino e cucchiaio, oltre ai piedini in gomma.

Opinioni dei clienti: cosa pensano i consumatori?

Il popolo dei consumatori si divide tra coloro che sono pienamente soddisfatti di questo prodotto e altri che si lamentano di alcuni difetti. Premettiamo che il costo di questo cuociriso è davvero modesto, e per questi motivi non si può pretendere la perfezione.

È uno strumento senza pretese, che però riesce a fare il suo lavoro. Alcuni hanno trovato la sua modalità di cottura del riso perfetta; altri hanno espresso dubbi e perplessità sulla fattura dei materiali.

Vantaggi:

-Dimensioni ridotte;

-Semplice da utilizzare.

Svantaggi:

-L’antiaderenza non è sempre efficace;

-Coperchio leggero.

Come scegliere il vostro cuociriso?

Scegliere un cuociriso per le vostre esigenze non è una scelta complicata quando si capisce come funziona.

Un cuociriso rappresenta un valido alleato per una grande varietà di persone con esigenze diverse.

I modelli disponibili in commercio sono moltissimi: dai più economici, a quelli di fascia alta, dotati di una serie di funzioni e programmi avanzati, che possono essere utili per decidere quale acquistare.

Tra le caratteristiche che potrebbero convincervi ci sono programmi per tenere il riso in caldo e pronto per il pranzo o la cena, programmi per accelerare i tempi di cottura, per riscaldare il riso o un timer da impostare, con la partenza ritardata.

I modelli più semplici offrono, oltre alla normale funzione che permette di cuocere il riso, anche la cottura al vapore, con relativi accessori. Fino ai modelli davvero basici, con cui è possibile solo cuocere il riso, ma che hanno sicuramente un costo minore rispetto ai modelli con più funzionalità.

Quali dimensioni scegliere?

Quando scegliete un cuociriso, tenete ben presente la quantità di riso che volete preparare. Se avete intenzione di preparare il riso solo per voi stessi, l’acquisto di un cuociriso con una grande capacità potrebbe creare un piatto dal gusto non molto piacevole e sarebbe anche uno spreco.

Inoltre, i cuociriso funzionano meglio se utilizzate per le dimensioni previste, quindi assicuratevi di considerare la quantità di riso che generalmente cucinate.

Un’altra domanda importante da porsi è: volete preparare anche altri cibi con il vostro cuociriso? In tal caso, assicuratevi di acquistare un cuociriso accessoriato e sicuramente di fascia più alta.

Quali materiali prediligere?

Un’altra cosa da considerare quando si cerca il giusto cuociriso è il tipo di rivestimento interno che si preferisce.

Molte persone preferiscono modelli in alluminio o acciaio inossidabile, con un rivestimento antiaderente, perché il riso non rimanga attaccato e anche perché facilita la pulizia.

Altri potrebbero preferire rivestimenti con materiali più naturali, realizzati per esempio in argilla, che sono naturalmente antiaderenti senza l’impiego di sostanze artificiali.

Quali altre caratteristiche dovrei considerare?

Alcune caratteristiche che non bisogna dare per scontate, come per esempio un coperchio trasparente, possono aiutarvi a monitorare i progressi del vostro riso.

Una presa d’aria per il vapore posta sul coperchio potrebbe aiutare a prevenire la formazione di bolle.

Anche delle linee di misurazione all’interno della pentola potrebbero essere un punto di riferimento per chi non vuole usare un misurino.

Le tipologie di cuociriso disponibili sul mercato

Essere consapevoli dei tipi di cuociriso disponibili è un passo importante per la vostra decisione finale.

I modelli di cuociriso che troviamo oggi in commercio si differenziano sostanzialmente per dimensione e funzionalità aggiuntive. Ci sono quelli base, che assolvono al loro compito principale, cioè cuocere il riso; quelli più avanzanti, con molte funzionalità aggiuntive; e infine, quelli multifunzione.

Molta gente di stupisce analizzando la storia del cuociriso a ritroso. Si tratta di un elettrodomestico che risale al lontano 1955. Ovviamente sono stati distribuiti per la prima volta in Giappone, dove il riso è un po’ come la pasta per noi italiani. Da quel momento ne sono state vendute milioni in tutto il mondo.

I cuociriso di base che troviamo oggi non sono cambiati molto dai primi immessi sul mercato.

Modelli base

I modelli base permettono di cucinare il riso e nulla più. Costano davvero pochissimo, quasi quanto una padella, solo più intelligenti, dato che lavorano da soli.

Modelli avanzati

I modelli più avanzati sono fondamentalmente cuociriso di base, con cui si possono fare alcune cose in più. Danno un po’ di varietà alle vostre scelte di cottura del riso e permettono anche di cuocere al vapore.

Di solito dispongono di più impostazioni per cucinare uno o diversi tipi di riso, come quello integrale, per esempio.

La maggior parte dei cuociriso in questione hanno anche funzioni di riscaldamento e tenuta del calore. Molti modelli di questo genere dispongono anche di un timer digitale.

La caratteristica principale di questa tipologia di cuociriso è darvi qualche scelta in più quando si tratta di scegliere la cottura.

La qualità del riso che permettono di cucinarr è migliore rispetto a quella dei modelli base, nonostante si tratti di modelli che possiamo collocare ancora nella fascia economica.

Modelli multifunzione

Ci sono poi i modelli più avanzati ancora, o multifunzione, con altre caratteristiche aggiuntive.

Questi cuociriso fondamentalmente ampliano tutte le caratteristiche dei modelli precedenti.

Non solo possono cucinare altre varietà di riso oltre a quello tradizionale, ma possono anche cucinare riso per sushi ed altre cotture specializzate. Sono molto versatili nelle diverse impostazioni di cottura del riso.

Riescono a migliorare ancora di più le caratteristiche delle precedenti grazie della tecnologia di controllo. Molti sono anche dotati di display digitali con timer integrati per il conto alla rovescia e impostazioni di partenza ritardata.

Alcuni si caratterizzano per tempi di messa in caldo prolungata e cicli di riscaldamento.

Cuociriso a induzione

I cuociriso a induzione sono sicuramente i migliori sul mercato, ma anche quelli più dispendiosi in termini economici. Riescono a sfornare veri e propri capolavori.

Non solo hanno diverse impostazioni per cuocere il riso, ma possono anche svolgere una serie di altre attività di cottura. Potrebbero non sembrare un granché, in realtà, ma sono dispositivi molto tecnologici.

Un cuociriso a induzione produce un campo magnetico che, quando entra in contatto con la pentola di cottura, la riscalda rapidamente; si tratta di un calore più alto e più costante, che permette di avere un riso migliore.

I cuociriso a induzione hanno anche qualche svantaggio, per esempio consumano più energia e sono più costose, come detto prima, perché producono un calore più alto e più costante rispetto ai normali cuociriso.

Insomma, i modelli tra cui scegliere sono davvero moltissimi. I cuociriso senza funzioni aggiuntive costano davvero poco e svolgono bene il loro lavoro. Questi sono un’ottima opzione per chi cerca un modello base.

Se, invece, volete sperimentare, allora è possibile scegliere un modello multifunzione, e ce ne sono tantissimi in fascia economica.

Se proprio volete strafare, ci sono anche i modelli multifunzione che sicuramente lavorano meglio di quelli base, ma costano molto di più.

Acquistare un cuociriso è una buona idea?

Il riso è un piatto che tutti generalmente cuciniamo. È un cereale economico e versatile, utilizzato e amato in molte cucine di tutto il mondo.

Anche se il processo di cottura del riso è abbastanza facile, d’altronde si tratta solo di acqua e riso, di solito in un rapporto due a uno, un cuociriso può essere un valido aiuto.

Se vi è capitato di bruciare una pentola di riso o vi siete chiesti perché il vostro riso è molliccio, vi sarete anche resi conto che cucinare il riso richiede un po’ di tempo e una supervisione costante. Questo arduo compito può essere facilitato proprio dal cuociriso.

I cuociriso consentono di preparare un riso perfettamente cotto e soffice al punto giusto, senza bisogno di congetture e di una costante sorveglianza.

Prima dell’acquisto, dovete considerare la capacità e le funzioni di cottura del cuociriso in base alla quantità di riso che mangiate solitamente e anche in base ai vari tipi di riso che più utilizzate.

Vantaggi dell’acquisto di un cuociriso

Ecco alcuni dei motivi per cui potrebbe essere una buona idea acquistare un cuociriso:

-Semplice da usare: basta aggiungere riso, acqua e premere un pulsante;

– Quasi tutti i modelli, grazie ad un sensore, rilevano il completamente della cottura e passano alla modalità in caldo, in automatico;

-Facile da pulire, grazie al vano interno antiaderente;

-Sono disponibili in moltissimi formati e dimensioni.

Come funziona il cuociriso?

La maggior parte dei cuociriso di questo articolo, ad eccezione dell’ultimo, funziona grazie a una combinazione di riscaldamento diretto e convezione termica.

Il meccanismo che fa funzionare il cuociriso si basa sul fatto che un sensore termico all’interno è in grado di rilevare quando tutta l’acqua contenuta è stata assorbita o è evaporata; una volta che questo accade il sensore chiude il ciclo di cottura.

L’elemento riscaldante e il sensore sono posti sotto il cuociriso. Di solito sono posti su delle molle in modo tale da tenerli il più possibile vicini al fondo del vano cottura per assicurarsi che possano condurre bene il calore. Le pentole all’interno sono generalmente in alluminio, che conduce bene l’elettricità.

Una volta avviato il cuociriso, si attiva anche questo meccanismo e l’acqua inizia a bollire.

Nel frattempo, il riso inizia a cuocere, assorbendo l’acqua nella sua struttura, che è composta principalmente da amido. L’amido è composto principalmente da molecole di zucchero legate insieme, con qualche altra sostanza.

Le molecole di zucchero riscaldate si aggrappano alle molecole d’acqua: l’idrogeno nell’acqua si lega debolmente agli atomi di ossigeno che fuoriescono dai lati di questa catena. È proprio grazie a questo meccanismo che i chicchi di riso assorbono l’acqua.

Continuando ad aggiungere acqua, questa si trasforma in una pasta appiccicosa, ed è proprio per questo che si aggiunge solo una certa quantità di acqua: abbastanza perché il riso assorba e si gonfi, ma non troppa perché si alteri la sua struttura.

Non dimenticate di controllare la garanzia

Prima di acquistare un cuociriso elettrico, controllare il periodo di garanzia del prodotto. Più lunga è la garanzia, più autentico sarà il prodotto e più si avrà la consapevolezza di aver fatto un ottimo acquisto.

Tenete a mente tutti i consigli per l’acquisto di cui sopra prima di prendere la decisione finale. Questo vi assicurerà di non rimanere mai in perdita e di avere il prodotto migliore per le vostre necessità.