Se vi siete impegnati a condurre uno stile di vita più sano e volete perdere peso per raggiungere i vostri obiettivi, potreste farvi delle domande lecite sugli alcolici.

Probabilmente sarete ancora tentati di andare a fare un salto al bar con gli amici di tanto in tanto, o di partecipare ad un aperitivo post lavoro.

È bene che sappiate che bere alcolici, in generale, ma soprattutto la birra, può influenzare negativamente la vostra dieta.

Per cominciare, tutte le bevande alcoliche fanno aumentare le calorie extra della vostra dieta, e gli studi dimostrano che le persone che bevono maggiori quantità di alcol hanno effettivamente un rischio maggiore di sviluppare malattie come l’obesità. Questo suggerisce che più si beve, più difficile sarà dimagrire.

Bere alcol può rendere la perdita di peso più difficile per una serie di ragioni:

-Aumentano le calorie extra, non necessarie alla vostra dieta;

-Non aiutano il vostro corpo di bruciare i grassi: il tuo vostro sistema metabolico dà la priorità alla combustione e all'eliminazione dell'alcol rispetto ai grassi;

-Sbilanciano i nostri ormoni, e stimolano la diminuzione degli ormoni che sopprimono l'appetito, l'aumento degli ormoni dello stress e il calo degli zuccheri nel sangue. Tutti questi possono aumentare l'appetito e farvi mangiare di più;

Brucia i grassi con integratori alimentari naturali : Brucia i tuoi grassi eliminando facilmente e rapidamente il grasso immagazzinato nel tuo corpo

Consulta questa guida

-Abbassano le vostre inibizioni, il che può mettere alla prova il vostro autocontrollo per ciò che riguarda le quantità di cibo.

Quali sono gli ingredienti della birra?

Una birra da 50 cl contiene 150 calorie. Si tratta di calorie non necessarie per la vostra dieta, anche se alcuni ingredienti della birra possono offrire dei benefici.

Gli ingredienti utilizzati per realizzare la birra sono grano, luppolo, lievito, e acqua.

Luppolo

Il luppolo è l’ingrediente responsabile del tipico aroma amaro della birra. I birrai hanno iniziato a usare i fiori della pianta all'inizio del 1800 per la prima volta, sostituendo le spezie e le erbe che aromatizzavano le birre fino ad allora.

Ci sono diversi tipi di luppolo, che contengono vari livelli di resina e olio, che influenzano direttamente il gusto della birra.

Lievito

Il lievito di birra è una parte essenziale della birra; senza di esso, l'acqua del grano non potrebbe fermentare e il risultato sarebbe un liquido amaro e insapore.

Questi sorprendenti microrganismi unicellulari utilizzano lo zucchero del malto e lo trasformano in alcol e anidride carbonica. In pochi giorni, convertiranno la maggior parte dello zucchero contenuto nel mosto. Poi, sarà il momento di decomporre gli zuccheri complessi prodotti durante il processo di birrificazione.

Una volta che tutto lo zucchero sarà scomparso, il lievito andrà lentamente in letargo, il che significa che la birra sarà pronta.

Il lievito è ricco di vitamine del gruppo B e sembra svolga un ruolo benefico per lo stomaco, al pari di frutta e ortaggi.

Cereali

Non ci sarebbe birra senza i cereali. Nella maggior parte dei casi, i birrifici usano l'orzo, ma si può realizzare la birra anche con grano, avena, segale, riso e mais. Poiché l'orzo fornisce più zucchero, lo si usa come base e si aggiungono opzionalmente altri grani per ottenere un particolare sapore e carattere della birra.

I grani vengono frantumati, posti in un forno per evitare la sovragerminazione e permettere di liberare gli amidi. Lo zucchero risultante è necessario per alimentare il lievito. Dopo un po' di tempo, i malti assumono un sapore simile al caramello e cominciano a perdere il potere di rilasciare zucchero.

Una bevanda ricca di vitamine

La birra contiene principalmente alcol con 7kcal di energia per grammo. La bevanda ha anche vari tipi di vitamina B, come la vitamina B6, la vitamina B2 o riboflavina, e la vitamina B9 o folato, che derivano dal lievito usato durante il processo di produzione della birra.

Birra e apporto calorico: che dire?

A volte sembra che il grasso, soprattutto nella zona dei fianchi o nella zona addominale appaia senza motivo.

Anche se ci sono molti fattori coinvolti in questo processo, tra cui il sesso, l'età, e la genetica, è in genere il risultato del consumo di più calorie di quelle che si dovrebbero consumare ogni giorno.

Le responsabili sono spesso le “calorie vuote”. Si tratta di calorie provenienti da cibi e bevande che offrono poche sostanze nutritive, ma che si aggiungono al totale giornaliero. Le bevande alcoliche sono un primo esempio.

Una lattina di birra ha 153 calorie; su una dieta di 2.000 calorie, una lattina di birra costituirebbe quasi l'8% della vostra assunzione giornaliera. Una pinta di birra, con 204 calorie, occuperebbe il 10 per cento del vostro fabbisogno calorico giornaliero. E se, come molte persone, ne bevete due o tre, potreste spendere dal 20 a più del 30 per cento del vostro budget calorico per la birra, che non apporta alcun nutriente alla vostra dieta.

Ma la birra e le altre bevande alcoliche di solito non sono incluse nel fabbisogno calorico giornaliero di una persona media.

Se superate il vostro fabbisogno calorico giornaliero bevendo due pinte di birra ogni giorno, potreste mettere su quasi un chilo di grasso ogni otto giorni.

La birra fa ingrassare?

Bere birra può causare un aumento di peso di qualsiasi tipo, e può essere responsabile di un aumento di circonferenza della zona addominale.

Tenete a mente che più bevete, più alto sarà il rischio di aumento di peso.

Gli esperti raccomandano di non bere più di due drink al giorno, perché questi potrebbe far aumentare il rischio della comparsa di patologie, incluse quelle cardiache.

Secondo uno studio recente che ha esaminato il consumo di birra, il peso e le misure del corpo in quasi 20.000 persone per sei anni, l'aumento del consumo di birra nel tempo è stato collegato ad un aumento della circonferenza della vita, in particolare per gli uomini.

Anche se questo studio non sostiene la veridicità della cossidetta “pancia da birra” in quanto tale, dimostra che più birra si beve, più si aumenta di peso. La birra e le altre bevande alcoliche sono ricche di calorie e contribuiscono all'aumento di peso se assunte in quantità eccessive, oltre ad essere dannose per la salute in numerosi altri modi.

Un indice glicemico alto

Durante la procedura di birrificazione, gli zuccheri presenti vengono assorbiti dal lievito aggiunto alla miscela per produrre la birra. In effetti, la birra contiene solo circa 3 grammi di carboidrati per 100 mm.

Non ci sono quasi per niente carboidrati nelle bevande alcoliche ed è per questo che non si trovano nelle tabelle dell'indice glicemico. Tuttavia, sono ricchi di calorie ed è per questo che si consiglia spesso di bere alcol con moderazione.

Se avete il diabete, per esempio, bere non è consigliato.

L'alcol ha la massima priorità, metabolicamente parlando. Il vostro corpo userà la sua energia per bruciare l'alcol prima di qualsiasi altra cosa, compresi il grasso e lo zucchero.

L'alcol abbassa anche i livelli di testosterone, il che rallenta notevolmente la capacità del corpo di bruciare i grassi a riposo, contribuendo ulteriormente all'aumento di peso.

Il cortisolo gioca un ruolo importante nell'aiutare a regolare lo zucchero nel sangue e a combattere l'infiammazione nel corpo, ed è anche colpevole degli accumuli di grasso nella zona addominale. Troppo cortisolo, tuttavia, incoraggia l'accumulo di grasso nel corpo (in particolare nella sezione centrale) ed è l'ormone responsabile dell'abbassamento dei livelli di testosterone.

Il cortisolo fa venire fame.

La birra senza alcol è migliore per la nostra linea?

La differenza principale tra la birra alcolica e quella senza alcol è la quantità di alcol che contengono. Le birre alcoliche hanno una certa quantità di alcol, mentre le birre senza alcol ne contengono molto poco.

La quantità di alcol in una bevanda è indicata come percentuale dell'intera bevanda. Le etichette di tutte le bevande alcoliche mostrano l'alcol in volume (vol). La birra che riporta il 5% di vol sulla sua etichetta contiene il 5% di alcol puro.

Ci sono quattro tipi di categorizzazione spesso usati sulle etichette:

-Birra analcolica = non più di 0,05% vol;

-Birra analcolica = non più di 0,5% vol;

-Birra a bassa gradazione = non più di 1,2% vol;

-Birra analcolica = contiene più di 1,2% vol.

Informazioni sull'autore

Laura

Curiosa e competente, la nostra laureata in comunicazione e redattrice da più di 8 anni a primadanoi.it, ha già al suo attivo più di 100 progetti. Esperta e appassionata, usa le sue dieci dita magistralmente per redarre i suoi articoli.