PALLAVOLO

L’Impavida Ortona vince a Roma

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

20

ROMA.  Sabato sera nella capitale per i ragazzi di coach Lanci, impegnati al PalaTiziano ed ospiti del Club Italia Crai Roma.

La Sieco Service Impavida torna a casa con punti preziosi. La gara si chiude 1-3 davanti ai calorosi tifosi ortonesi sempre presenti in trasferta.

Padroni di casa in campo con Tofoli in regia e opposto Baldazzi, schiacciatori Gardini/Margutti, al centro Russo e Caneschi, Piccinelli libero.

Ortona risponde con Pedron al palleggio e Buchegger opposto, schiacciatori Di Meo/ Peda, centrali Miscione e Simoni, libero Toscani.

L'incontro si apre con il primo tempo del centrale abruzzese Mirko Miscione, rientrato in campo proprio in questa giornata. Ortona sfrutta gli errori avversari e mette a segno il primo allungo sul 3-6. Margutti spinge i suoi alla rimonta e sul 6-9 coach Totire chiama il primo video check e fa bene, ora il suo Club Italia è a -1 ( 7-8).

L'ace dell'opposto austriaco costringe la panchina capitolina a fermare il gioco. 8-11 al PalaTiziano.

La Sieco vola sulle ali dell'entusiasmo e del gioco di squadra. Il turno al servizio di Simoni mette in difficoltà i padroni di casa (10-16).Bene Baldazzi per i suoi ma Ortona non si smonta. 14-20 per i ragazzi allenati da coach Lanci.Pedron ferma Gardini ed è 15-22. Buchegger

abbatte Piccinelli, Peda viene baciato dalla fortuna al servizio e il primo si chiude 16-25.

Squadre in campo per il secondo set. Lo scambio del 2-3 è il più bello fino ad ora ed è Buchegger a chiuderlo. Gardini ristabilisce la parità sul 4-4.

Il primo vantaggio del Club Italia è frutto di errori abruzzesi. 7-5 per i giovani talenti. Di nuovo parità sul 8-8 grazie alla grinta di Michele Simoni. Russo stampa Peda e i suoi riprendono fiato sul 10-8.

Di Meo è l'uomo del sorpasso impavido 12-13 ( dal 12-10 a favore dei romani). Miscione spegne la luce a Gardini ed è 16-12 in quel di Roma.

Il Club Italia rialza la testa e si porta di nuovo vicina sul 14-16. Il turno di Pedron al servizio fa sorridere finalmente i suoi 15-19, con il timeout locale. Di Meo sfrutta bene le mani del muro avversario e il 16-22 è servito. Caneschi viene innescato bene da Tofoli è il punteggio è sul 20-23. L'ace di Buchegger segna il 20-25.

Terzo set al via. Simoni mura Margutti e Ortona è subito avanti 0-2.

Caneschi ora si fa sentire su Buchegger e il Club Italia riesce di nuovo a ribaltare il risultato. 5-3 per i padroni di casa.

Il primo vero brutto momento per la Sieco arriva sul 8-4. Coach Lanci deve parlare con i suoi.

Sul 9-4 esce Peda ed entra Ferrini. Gli “impavidi” recuperano con calma ed intelligenza. 11-10 con Totire a richiamare i suoi in panca.

Di Meo difende e Buchegger butta giù. Ortona è avanti 12-16 al PalaTiziano. Stacca il cervello la Sieco e il 17-17 è un macigno. Tutto da rifare ora per gli ortonesi.

Fase altalenante con l'Impavida che riesce ancora una volta a rialzarsi.

19-21 segnato ancora da Buchegger. Baldazzi segna la nuova parità sul

22-22. Il Club Italia stringe i denti e lotta con tutte le sue forze per portare a casa il set. (25-22)

Per il quarto set coach Lanci decide di ripartire con i titolari. Il Club Italia inizia benissimo e pone il primo vantaggio sul 4-2. Stato confusionale in campo abruzzese. Sul 7-4 Nunzio Lanci ferma la “fase critica”.

Di Meo cerca di dare una scossa alla sua squadra. Pedron fa impazzire la ricezione avversaria e Ortona si avvicina sino al 9-8. Parità sul 12-12 ma la Sieco deve fare di meglio per mettere in difficoltà la squadra allenata da Totire. Tornano avanti con sofferenza gli abruzzesi. Gioco fermo sul 16-18. Miscione chiude la strada a Caneschi ed è +4 (16-20).

E' della Sieco Service la prima palla match. Buchegger chiude con una splendida diagonale (18-25).

Mirko Miscione: “ Non è stata una gara facile. Li abbiamo fatti rientrare in partita quando dovevamo chiuderla subito. E' una squadra giovane che può in qualsiasi momento metterti in difficoltà. Dobbiamo ripartire dagli errori fatti oggi per continuare a crescere, dobbiamo allenarci tanto e dimostrare quello che siamo. Questi sono punti

importanti per noi, per il morale e per pensare alla prossima gara”.