LA DENUNCIA

Viale Scarfoglio, l’appello all’Enel: « pali della luce pericolosi. Intervenire subito»

Cittadini segnalano situazione insostenibile

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

172

 

 

PESCARA. Il pericolo ha messo le radici a Pescara in viale Scarfoglio tra i numeri civici 9 e 19.

I cittadini, segnala Armando Foschi di Pescara Mi Piace, sono costretti a  convivere con i pali Enel altamente usurati che presentano anche evidenti segni di instabilità. Temono che possa accadere qualcosa di grave e per questo chiedono un intervento urgente, prima che ci scappi il morto.

«Lo stato di abbandono e di pericolo dei pali, posizionati sul viale più frequentato della pineta dannunziana di Pescara, non è più sopportabile», denuncia Foschi. «I manufatti in cemento sono ammalorati e rappresentano un pericolo pubblico in quanto, spesso, cadono pezzi di copriferro cementizio e, con il perdurare della situazione di degrado, gli stessi  rischiano il collasso strutturale. Inoltre su un palo, posto a ridosso tra i civici 13/15 si notano cavetti non fissati con giunzioni posticce».

Una fune, presumibilmente in acciaio, sulla quale è legata una linea elettrica che alimenta circa 15 famiglie, a causa di un pino caduto nel mese di marzo 2015, ha perso la sua elasticità e sfiora le ringhiere delle civili abitazioni.

Ma secondo Foschi non è trascurabile nemmeno la anomala “ convivenza “ che si è creata tra un cavo che conduce elettricità e i rami dei pini, presenti lungo il viale, che potrebbero innescare pericolosi cortocircuiti durante eventuali temporali.

Foschi a questo punto chiede alla direzione Enel di Pescara di adottare, «con celerità», tutti i provvedimenti finalizzati alla eliminazione delle situazioni di pericolo ovvero la rimozione dei pali ammalorati su cui sono collocati i cavi Enel e la messa in sicurezza della linee elettriche.