SOFFITTI CADENTI

Liceo D’Annunzio, domani il via con doppi turni: «è la scuola più sicura della provincia»  

Lavori proseguiranno per 3 settimane. Nel frattempo turni pomeridiani

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

185

 

 

PESCARA. Turni di pomeriggio, lavori che proseguiranno nelle zone off limits per almeno tre settimane.

Sono i punti fermi della vicenda che riguarda il Liceo classico D’Annunzio di Pescara che ha dovuto fare i conti con la scoperta improvvisa di alcuni soffitti molto indeboliti, scoperta fatta durante altri lavori di ordinaria manutenzione e ritinteggiatura.

Questa mattina c’è stato un incontro programmato sabato per fare il punto e limare le ultime decisioni prima dell’avvio ufficiale.

Oltre al presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, c’erano la Dirigente Scolastica, Donatella D’Amico, il Provveditore agli Studi, Maristella Fortunato, i tecnici della Provincia, docenti e numerosi studenti e genitori.

Secondo la Provincia e la direzione scolastica tutti i dubbi sarebbero stati fugati e tutti sarebbero contenti delle decisioni prese anche se non mancheranno disagi.

Di sicuro essere riusciti a scongiurare un trasloco “impossibile” e lampo è una vittoria non da poco.

Il prezzo da pagare sono i doppi turni ed una scuola che rimane comunque con zone interdette per i cantieri ancora in corso.

 

«Prevediamo tre settimane di lavoro, ma mi impegnerò affinché si possano ridurre ulteriormente i tempi di attesa per la piena funzionalità del plesso scolastico», promette Di Marco che ricorda come a seguito degli eventi meteorologici del novembre 2017 che portarono ad un allagamento  di alcune aule del liceo, chiese ulteriori approfondimenti nelle controsoffittature.

«Purtroppo la tempistica non ci è venuta incontro», ha spiegato oggi, «perché per procedere con i lavori di verifica abbiamo dovuto attendere i mesi caldi di luglio e agosto per consentire che le pareti si asciugassero completamente, e nei giorni scorsi, a ridosso dell’inizio dell’anno scolastico, con la ripresa delle opere di manutenzione, l’impresa ha rilevato queste criticità nell’ala est dell’edificio. Nessun ritardo e nessuna complicazione».

 

Prima campanella, dunque, domani per i 910 studenti del Liceo Classico 'Gabriele D'Annunzio' di via Venezia con gli studenti di quarto, quinto ginnasio e primo Liceo che svolgeranno in questa prima settimana le lezioni dalle 8.30 alle 11.30 e con gli studenti di secondo e terzo liceo che faranno lezione dalle 14 alle 17.

La seconda settimana ci sarà una rotazione dei turni, con aggiunta della quarta ora.

 

La dirigente, Donatella D'Amico, ha spiegato che «i lavori, dovuti ai danni derivati dal nubifragio del novembre del 2017, proseguiranno con qualche piccolo disagio per gli studenti, ma era l'unica condizione per ridurre al minimo i problemi, e vederci restituita quella che forse è la scuola più sicura della provincia. I lavori proseguiranno per almeno due settimane, durante le lezioni, e oggi stesso firmeremo un Documento Valutazione Rischi per le interferenze».