FUOCO E FIAMME

Val Vibrata, a fuoco un albergo e un laboratorio

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

112

 

SANT'EGIDIO ALLA VIBRATA. Ieri pomeriggio di fuoco in Val Vibrata funestato da un vasto incendio in un laboratorio e poi in una struttura alberghiera .

Nel primo pomeriggio i pompieri erano stati chiamati a intervenire per spegnere un incendio in alcuni locali sottostanti di un laboratorio artigianale gestito da cittadini cinesi, all'interno di una palazzina a tre piani, dove sono ospitati anche un centro medico, un ristorante e due abitazioni.

Per fortuna le fiamme, originatesi probabilmente da un corto circuito, sono state domate subito ed è rientrato l'originario allarme che voleva coinvolta nell'incidente una decina di operai del laboratorio.

La struttura coinvolta è l'albergo 'Zio Mamo' in pieno centro a Nereto.

Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco e dei sanitari del 118 ha messo in salvo quattro persone tra le quali due clienti della struttura: a scopo precauzionale sono stati trasferiti negli ospedali di Sant'Omero e di Giulianova per leggere intossicazioni ma poi subito dimessi.

Secondo una prima ricostruzione il rogo sarebbe stato originato da un corto circuito sviluppatosi in una stanza al primo piano e da lí si è esteso ad altri quattro locali di due piani.

Quattro persone, tra i quali anche il titolare e un figlio, sono state evacuate dallo stabile con un cestello dei vigili del fuoco.

Complessivamente sono stati impiegati 14 uomini, con due autopompe, un'autobotte, e un'autoscala. L'incendio si è sviluppato in un locale destinato ad ufficio posto al primo piano di un albergo sito in via Garibaldi. Le fiamme si sono propagare rapidamente ai locali adiacenti bruciando arredi e suppellettili.

Il rapido intervento dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme si potessero estendere a tutto il fabbricato di tre piani. Durante l'intervento i vigili del fuoco hanno estinto le fiamme con gli idranti in dotazione.

Le fiamme e il denso fumo hanno danneggiato alcuni locali e gli impianti elettrici. Per completare lo spegnimento dell'incendio, si è proceduto allo smassamento del materiale parzialmente bruciato. La struttura alberghiera è stata dichiarata non inutilizzabile, in attesa del ripristino delle condizioni di sicurezza delle strutture e degli impianti.

 

Come se non bastasse, ancora in contemporanea, è andato a fuoco lo scantinato di una abitazione in contrada Paolantonio, a Sant'Egidio alla Vibrata, a pochi chilometri dagli altri due: in quest'ultimo caso soltanto danni a materiali e all'immobile.