DEGRADO

Pescara, Di Pillo scova una discarica a cielo aperto

«Da quanto tempo quella roba sta lì?»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

627

PESCARA. Una scoperta casuale: mentre stava facendo inversione con l’automobile sulla strada che dal Canile Municipale porta alla pista ciclabile del lungofiume, il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Massimiliano Di Pillo si è ritrovato davanti ad una discarica a cielo aperto.


Di Pillo crede di aver individuato nella montagna di rifiuti alta più di un metro  materiale inerte, probabilmente di qualche cantiere, lana di vetro, alcuni pezzi di amianto ma anche del liquido scuro, rossastro.

Prima di girare il video Di Pillo  ha fatto una segnalazione alla polizia municipale  che però non è intervenuta subito ma probabilmente lo ha fatto nelle ore successive (su questo non c’è ancora una conferma).

«Spero non sia  niente di grave», commenta nel video Di Pillo mentre si riprende, « ma guardando questo materiale si vedono anche delle piantine, segno che probabilmente questo materiale è da parecchio in questo spazio».

Chi ha portato quel materiali lì? Sarà possibile risalire ai responsabili? E da quanto quell’accumulo di rifiuti è fermo lì? Nessuno lo aveva avvistato prima? Eppure non è in posizione così nascosta.

«A pochi passi da qui», sottolinea Di Pillo, «c'è la pista ciclabile, quella che praticamente fa tutto il lungo fiume».

Possibile che sia tanto facile scaricare rifiuti senza che nessuno noti nulla? Non è la prima volta che accade proprio in quella zona ma fino ad ora nessuno ha pensato di installare delle telecamere che potrebbero aiutare ad identificare i responsabili.