DI NOTTE

Comune di Pescara: ennesima incursione dei ladri negli uffici

Oltre gli spiccioli aperti gli armadi dei documenti. E’ sparito qualcosa?

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

659


PESCARA. E’ forse la quarta incursione negli uffici del COmune di Pescara dall’inizio dell’anno. La trama è sempre la stessa: durante la notte qualcuno riesce ad introdursi chissà come per vagare nelle stanze tra carte e silenzio per arraffare prendere e scaraventare per terra quello che si trova a tiro.

E’ successo anche durante il ponte pasquale ma questa volta i danni sono stati ingenti.

Si tratta di ladri o di qualcuno che è in cerca di qualcosa in particolare?

Le incursioni sono iniziate con la violazione della stanza del vicesindaco, Antonio Blasioli, per rubare qualche spicciolo dalle macchinette delle bevande o del caffè, poi i ladri magari sempre gli stessi si sono spinti pian piano anche sugli altri piani.

Come è successo l’altro ieri quando è stato preso di mira il palazzo dell’ufficio tecnico, di fronte a quello di Palazzo di Città.

Questa volta non si sono limitati alla macchina delle bevande ma hanno aperto tantissimi uffici rovistando negli armadi e scrivanie. Ancora una volta è stato aperto l’ufficio del vice Sindaco. Inoltre hanno forzato gli uffici in tutti e quattro e piani.

Non è mai stato chiaro cosa sono riusciti a prendere nelle varie incursioni e anche questa volta c’è uno strano riserbo.

Sono state prese carte? E se sì quali? E soprattutto perchè?

Sono stati violati più di 10 uffici e la scena è sempre la stessa.

Possibile che non si possa impedire fatti del genere? Possibile che in tre mesi non si sia riusciti a porre un freno e a tutelare il Comune da delinquenti? E le telecamere possibile che non funzionino mai?

Possibile che non riprendano mai nulla e non forniscano indizi utili per individuare i colpevoli?

Sui vari casi sta indagando la polizia scientifica che di volta in volta ha recuperato indizi e impronte.

Speriamo almeno che sia l’ultima volta e che non ci siano altre brutte sorprese.


TEODORO: «DANNI INGENTI»  

Secondo l’assessore Gianni Teodoro si parla di «danni ingenti» e promette il ripristino ed il potenziamento delle telecamere a tutela dei palazzi.

I tempi però non saranno brevi e la burocrazia non aiuta, sono previste riunioni, progetti e controlli vari prima di vedere operativo il piano per la sicurezza in città e pure per i palazzi comunali.