NOVITA'

Panchine per studiare o lavorare al Parco Di Cocco

Progetto sperimentale. Sedute con basi appoggio tablet o libri

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

350

PESCARA. Al parco della Caserma Di Cocco di Pescara cinque speciali panchine concepite per chi porta con sé il tablet oppure un computer per studiare o lavorare all'aria aperta. In mattinata il vicesindaco e assessore parchi Antonio Blasioli ha fatto l'ultimo sopralluogo per procedere al piazzamento delle sedute che saranno a disposizione dei fruitori del parco già da domani mattina.

«Si tratta di una bella novità che consentirà a chi sceglie il Parco Di Cocco di godere della tranquillità dell'area verde e passare il proprio tempo studiando o lavorando - illustra il vicesindaco e assessore ai Parchi Antonio Blasioli - Questo particolare tipo di seduta è stato scelto dall'assessore Laura Di Pietro si tratta di un progetto sperimentale, che prevede speciali panchine che possono essere utilizzate sia come semplici sedute che come basi di appoggio per portatili, appunti e libri. E' stato scelto questo per la vicinanza all'Università».

«Le abbiamo collocate all'ingresso del parco, in una zona dove si trova l'ombra nei momenti della giornata più frequentati degli studenti, ora l'auspicio è che la comunità le prenda in consegna e le usi tutelandole, perché sono un bene comune. Il futuro di questa zona va nella direzione di un grande campus aperto alla città, il parco ne rappresenta il cuore verde, viale Pindaro il ponte con la dimensione universitaria, che con questi accorgimenti e la pista ciclabile e gli attraversamenti in corso d'opera, trasformerà in meglio questa frequentatissima parte della nostra città».