IL BUCO

La nuova scuola di Celano: che vergogna c’è già una voragine

Costata 4 mln di euro ed inaugurata pochi mesi fa

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

339


CELANO. A soli pochi mesi dal taglio del nastro della nuova scuola primaria di Celano “Gabriele D’Annunzio” c’è già di nuovo necessità di mettere mano al portafogli e aprire un nuovo cantiere.

«Siamo di fronte all’assurdo», afferma Calvino Cotturone, segretario cittadino del Partito Democratico che ha gioco facile.

Infatti si è aperta una voragine a soli due metri dalla scuola, su quel prato poteva esserci chiunque. Il suolo è sprofondato e non sembra una apertura di grandi dimensioni, rimane il fatto che poteva creare dei danni anche agli alunni.

Ad ogni modo è la prova lampante che qualcosa è andato storto e che bisognerebbe controllare a fondo e meglio.

«La sicurezza dei nostri bambini dovrebbe essere nelle priorità del Sindaco Settimio Santilli», aggiunge Cotturone, «una scuola costata più di 4 milioni di euro, almeno cosi ci dicono, alle prime piogge e al primo gelo ha già mostrato diverse criticità, ma mai avremmo pensato che in una zona accessibile a tutti si sarebbe aperta all’improvviso una buca nel bel mezzo del prato».

«La domanda è lecita», chiude l’esponente del Pd, « siamo sicuri che la scuola appena fatta rispetti tutti gli standard di sicurezza? A quanto pare non sembra! Il Pd di Celano chiede urgenti risposte al Sindaco Santilli e all’Assessore all’Istruzione Eliana Morgante.

Dopo numerose segnalazioni su problematiche legate, all’organizzazione, alla capienza, agli orari e alla viabilità; chiediamo al personale didattico e a tutti i genitori di non avere paura e denunciare questi vergognosi episodi. Chi resta nel silenzio diventa complice».