LA FLOTTA

Polizia locale Chieti: 2 nuove auto super accessoriate. E a bordo c’è anche il temuto Targa System

Di Primio: «investiamo nella sicurezza dei cittadini»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1208

 

 

CHIETI. La Polizia Locale di Chieti si dota di due nuovi veicoli di servizio, equipaggiati con moderni sistemi tecnologici.

 

Le auto, dotate di telecamere intelligenti e di attrezzature necessarie per la rilevazione dei sinistri e per i controlli stradali sono due nuove Fiat Grande Punto Street 1.3 multijet 95 cv euro 6.

Le vetture, equipaggiate con sistemi acustico/luminosi - barra multifunzione con lampeggianti e sirena - ed allestite graficamente con i colori della Regione Abruzzo e i distintivi del Comune di Chieti, si aggiungono a quelle già in uso dal Corpo di Polizia Municipale e vanno a rafforzare la dotazione di mezzi tecnici di servizio. Lo rende noto il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

 

 

«L’amministrazione comunale – spiega il sindaco – sta investendo molto nella sicurezza a vantaggio dei cittadini garantendo, al contempo, la qualità del servizio degli agenti che, in questo modo, sono in grado di operare sul territorio con dei mezzi più moderni ed efficienti. Entro l’anno contiamo di aggiungere al parco mezzi della Polizia Municipale nuovi motocicli che andranno a rimpiazzare le vecchie moto Guzzi V75 e un nuovo veicolo da adibire a Ufficio Mobile. Le due nuove autovetture, costate circa 26 mila euro, sono equipaggiate con strumenti utili agli agenti: barra monoblocco multifunzione ad alta intensità luminosa, luci da crociera, fari di profondità anteriori, nuova strumentazione, segnaletica e modulistica occorrente ad operare sul territorio con efficienza e tempestività».

 

«Fiore all’occhiello dei nuovi mezzi è l’installazione a bordo del dispositivo Targa System, di cui l’Ente è proprietario avendolo acquistato a seguito di contratto di noleggio con riscatto finale ormai concluso – fanno sapere la Comandante Di Giovanni e il Vice Primiterra -. Telecamere intelligenti di ultima generazione, grazie alle quali, tramite un software di gestione collegato alle banche dati, è possibile verificare e controllare auto in sosta o in transito, veicoli non abilitati alla circolazione perché non assicurati e non in regola con la revisione o rubati. Attraverso un segnale sonoro e visivo, gli agenti vengono avvisati sulla tipologia di anomalia riscontrata, consentendo loro di procedere al fermo del veicolo per il controllo diretto».