IL FATTO

Slavina a Roccaraso, coinvolti due sciatori in fuoripista

Un ferito trasportato in ospedale L'Aquila con elicottero 118  

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1139

ROCCARASO. Due sciatori sono stati travolti, durante un fuoripista a Roccaraso, da una slavina che si è staccata da un costone in località Valleverde del Monte Aremogna. Uno dei due è stato estratto quasi subito dai soccorritori, addetti degli impianti di risalita, sciatori della Polizia di Stato e del soccorso alpino della Guardia di Finanza, in servizio sulle piste, mentre l'altro sarebbe rimasto sepolto sotto la neve una decina di minuti prima di essere raggiunto.

Le sue condizioni sono apparse inizialmente critiche.

Nel frattempo un elicottero del 118 partito da L'Aquila con i cinque componenti l'equipaggio, è arrivato sul posto con il medico del Soccorso Alpino (Cnsas).

Lo sciatore è stato rianimato, stabilizzato e trasportato all'ospedale de L'Aquila.

Per fortuna si è staccata una placca di neve più fresca abbastanza circoscritta ed in una zona sicura tanto da non innescare una valanga e mettere in pericolo le altre strutture o gli utenti delle piste.

Il presidente del Consorzio Skipass Alto Sangro ed esperto di valanghe, Venturino Margadonna ha spiegato che «il distacco di neve che si è verificato in un canale nei pressi del bacino di Valle Verde, fuori dal circuito delle piste dell'Alto Sangro, ha confermato che il nostro sistema di monitoraggio e sicurezza funziona. I due sciatori che hanno provocato il distacco sono stati subito soccorsi dalle forze dell'ordine e dai nostri collaboratori, mentre gli impianti di risalita e le piste di Valle Verde sono rimasti regolarmente aperti, senza alcuna interruzione. Sciare nell'Alto Sangro è sicuro perché c'è un costante monitoraggio e una gestione del rischio molto attenta. Da parte degli sciatori, però, serve il rispetto dei divieti, delle regole e delle indicazioni delle singole stazioni».