IL FATTO

Va a fuoco edificio della Asl di Teramo: quasi 5 ore per spegnerlo

Fiamme probabilmente di natura dolosa

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

369


TERAMO. Dopo 5 ore le fiamme erano domate ma i danni sono ingenti.

Si sono concluse dopo le 12, le operazioni di intervento iniziate prima delle 8, per lo spegnimento di un incendio all'interno di un edificio della Asl, sito in contrada Casalena a Teramo.


L'incendio ha interessato il Padiglione "Riquer", attualmente in disuso ed utilizzato per il deposito di arredi ospedalieri e materiale di archivio.

Le fiamme, che si sono estese su una superficie di circa 500 metri quadrati, sono state spente al termine di impegnative operazioni di intervento.


Secondo i primi rilievi potrebbe essere di natura dolosa.

Lo stabile era una volta utilizzato per l'ex servizio di igiene mentale e che oggi ospita alcuni servizi come il Sera, le Vaccinazioni e l'Igiene degli alimenti.


All'interno dei locali vi sono ammassati materiali di ogni genere: merci inutilizzabili ma anche faldoni di documenti scaduti, materiali sanitari, vecchi arredi ospedalieri ormai inutilizzabili.

L'edificio è stato dichiarato inagibile.

Per i Vvf, le fiamme sarebbe state appiccate in due diversi punti, lontani tra di loro, con liquido infiammabile. Alcune stanze dell'edificio vengono usate da senzatetto ed extracomunitari per trovare riparo la notte. E' il terzo episodio in due anni che coinvolge l'edificio.


 Per spegnere l'incendio i vigili del fuoco del Comando di Teramo hanno impiegato due squadre, con un'autopompa, un'autobotte, il furgone aria, utilizzato per il rifornimento di bombole di aria compressa per gli autorespiratori e il furgone NBCR (Nucleare, Biologico, Chimico e Nucleare), corredato di attrezzature utilizzate per analizzare la presenza in ambiente di sostanze inquinanti, potenzialmente sviluppate a seguito dell'incendio.

Sul luogo dell'intervento sono intervenuti anche la Polizia di Stato, i Carabinieri, oltre a tecnici dell'Arta e del Comune di Teramo.