L'EVENTO

Aspettando Interamnia 2017: tra nuove iniziative e rassicurazioni governative

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

304


TERAMO. Prende il via ufficiale l’edizione 2017 della Coppa Interamnia. Non una presentazione di quel che il torneo internazionale di pallamano riserverà quest’anno, ma un’anteprima di quel che accadrà il prossimo luglio a Teramo, con una serie di iniziative e novità che sono state illustrate nel corso dell’incontro “Premiere – Aspettando la 45a Interamnia World Cup”, che si è svolto giovedì 8 giugno presso l’Aula Tesi della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo.
Un’edizione del torneo, quella di quest’anno, che soffre delle criticità di sempre accresciute dal particolare momento di difficoltà che vive la città di Teramo, ma che si avvia al suo svolgimento con un respiro diverso, grazie al contributo governativo favorito dall’intervento del deputato teramano, Paolo Tancredi, ricordato dal consigliere regionale Giorgio D’Ignazio, presente all’incontro in rappresentanza del deputato teramano trattenuto a Roma dal dibattito parlamentare.
Con lui il padrone di casa, il Magnifico Rettore Luciano D’Amico, il Sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e il presidente del CONI provinciale Italo Canaletti hanno confermato il loro sostegno alla kermesse teramana per eccellenza e al suo presidente Pier Luigi Montauti, ricordando come in questo particolare momento eventi come la Coppa possano dare nuovo slancio alla ripresa della città.

Il Rettore di UniTe, in particolare, nell’illustrare i processi di sviluppo dell’Ateneo, per una sua più forte presenza nella vita cittadina, ha rappresentato la crescente collaborazione con l’Interamnia World Cup nel suo processo di internazionalizzazione.
Collaborazione che prende forma, quest’anno con il “Primo Grand Prix Interamnia Unite”, un torneo a squadre universitarie che vedrà il confronto fra sei maschili e due femminili, composte da atleti provenienti dalla National Taiwan University, dalle iraniane Isfhan University e Sabzevar University, una selezione di atleti provenienti dalle università di Dakar in Senegal, dalla Mongolian State University e, a rappresentare il nostro ateneo, la UniTe New H.C. Teramo.
Ha poi trovato spazio un’ altra proposta inedita: l’invito esteso a quanti vogliano partecipare ad un Premio internazionale di videomaking denominato World Wide Open, dedicato ad un dirigente recentemente scomparso, Antonio Forlini, grande animatore della Coppa e appassionato alla sua internazionalità. Il concorso è rivolto a dilettanti e professionisti del video, che potranno partecipare con una loro clip, sui temi e gli aspetti fondanti del legame tra sport e cultura che l’Interamnia rappresenta.

Ma l’omaggio a dirigenti e atleti e, insomma, ai protagonisti che non ci sono più ma che hanno fatto grande la pallamano a Teramo si estende anche ad altri personaggi, ai quali saranno intitolati i campi di gioco della 45a edizione. È sicuramente stato un momento commovente vedere scorrere sullo schermo personaggi come Silvio Carovigna, Gabriele Vallarola, Massimiliano Cialoni, Claudio Vischia, Antonio Marini, Fernando Zenobi, Rodolfo Cipolloni, Augusto Michelini e la figlia Claudia, Ennio Fraticelli e infine Giorgio Binchi e, appunto, Antonio Forlini. A ricordarli sono stati chiamati sportivi, giornalisti, esponenti e amici che li hanno raccontati con aneddoti e notazioni tecniche.
Rassicurante anche l’intervento del Sindaco di Teramo che, nel confermare il sostegno di sempre all’Interamnia World Cup, ha garantito la possibilità di utilizzo delle scuole per ospitare gli atleti, “se ci sarò ancora” ha scherzosamente aggiunto per sdrammatizzare il difficoltoso percorso cittadino.
L’appuntamento con la prossima Interamnia World Cup si arricchisce, inoltre, della presenza del Presidente Nazionale del CONI Giovanni Malagò che, ha annunciato Italo Canaletti, sarà in visita al torneo e ai campi di gioco per salutare gli atleti, il prossimo 6 luglio.