Breve spiegazione sul chitosano

Il chitosano è una fibra naturale estratta dall'esoscheletro di alcuni crostacei. Il suo interesse risiede soprattutto nei suoi effetti sul sistema digestivo, poiché può neutralizzare i grassi prima che siano immagazzinati.

Negli ultimi decenni abbiamo dato molta importanza agli alimenti naturali e ai loro benefici, come nel caso dei super alimenti, come Spirulina, e semi di chia, per citarne alcuni.

Le malattie legate allo stile di vita come l'obesità, l'iperlipidemia, l'aterosclerosi, il diabete di tipo 2 e l'ipertensione sono diffuse nei paesi industrializzati e minacciano la nostra salute cardiovascolare. Di conseguenza, la nostra popolazione che invecchia sta affrontando grandi problemi medici e socioeconomici.

In che modo può essere efficace il chitosano?

Ci sono molti fattori di rischio associati alle malattie cardiovascolari: alcuni non possono essere alterati mentre altri possono essere modificati con un'azione diretta. Molti di questi fattori di rischio modificabili sono legati alla dieta, il che significa che è possibile migliorare volontariamente la salute di un individuo apportando dei cambiamenti fondamentali che portano a uno stile di vita più sano. Una dieta ricca di grassi saturi aumenta il rischio di malattie cardiache e ictus. Si stima che causi circa il 31% delle malattie coronariche e l'11% degli ictus in tutto il mondo.

Una crescente attenzione è stata posta sull'uso di approcci naturali e alternativi per la prevenzione delle malattie e le applicazioni terapeutiche per migliorare la salute e la qualità della vita. Le biomolecole marine sono tra quelle più considerate. Il chitosano è una fibra alimentare naturale e una forma deacetilata di chitina che può essere ottenuta dai gusci dei crostacei come sottoprodotto.

Ma vediamo di cosa si tratta.

L'azione del chitosano sul corpo

La chitina è uno dei polimeri naturali più abbondanti al mondo. Il chitosano è un copolimero di glucosamina e N-acetil-glucosamina, che è solubile in mezzi acidi in seguito a protonazione, con conseguente natura cationica e bioattiva unica.

È stato dimostrato che il chitosano possiede diverse proprietà biologiche.

Brucia i grassi con integratori alimentari naturali : Brucia i tuoi grassi eliminando facilmente e rapidamente il grasso immagazzinato nel tuo corpo

Consulta questa guida

Le fibre alimentari si differenziano in base alla loro solubilità in acqua, che è legata alla loro struttura. Le fibre solubili aumentano la viscosità e riducono sia il colesterolo plasmatico che la risposta glicemica, mentre le fibre insolubili sono porose e contribuiscono alla massa fecale e alla diminuzione del tempo di transito intestinale.

Il chitosano è considerato una fibra insolubile, ma si dissolve negli acidi dello stomaco e diventa solubile e viscoso, comportandosi come una fibra solubile.

In poche parole, sembra che il chitosano migliori il metabolismo lipidico modificando i livelli di colesterolo totale e di colesterolo LDL. Infatti, il gruppo di esperti della Commissione europea sui prodotti dietetici, la nutrizione e le allergie sostiene che ci sia un rapporto di concatenazione tra il consumo di chitosano (3 g al giorno) e i livelli normali di colesterolo LDL nel sangue.

In che modo il chitosano aiuta a perdere peso?

In che modo il chitosano aiuta a perdere peso?

Sembra che il chitosano permetta di contrastare l’assorbimento dei grassi nel nostro corpo.

Stiamo parlando di un composto che è estremamente utile per abbassare l'assorbimento dei grassi nel tratto intestinale. Pertanto, saremo in grado di prevenire il loro immagazzinaggio negli adipociti. Infatti, non dimentichiamo che un grammo di grasso ha 9 chilocalorie, mentre i carboidrati e le proteine hanno 4 chilocalorie.

È una fibra naturale con un'eccellente qualità biologica, grazie alla sua straordinaria capacità di assorbire i grassi. Infatti, il suo uso principale è quello di integratore alimentare per aiutare il processo di perdita di peso. Tuttavia, l'assunzione di chitosano non assicura la perdita di peso, e questo deve essere combinato con una buona dieta e un esercizio fisico regolare.

Ogni grammo di questo prodotto assorbe circa otto grammi di grasso.

Se consideriamo che la dose giornaliera raccomandata, che è di tre grammi, perderemmo circa venti o venticinque di grasso. Tuttavia, come abbiamo detto prima, non dobbiamo fare affidamento solo su questo prodotto, altrimenti potremmo finire per consumarne troppo. Di conseguenza, questo potrebbe avere effetti negativi sulla nostra salute.

Altri effetti positivi del chitosano sul corpo

Il chitosano ha un'eccellente compatibilità con i tessuti del corpo umano, motivo per cui viene utilizzato per i punti di sutura di poliglicolico e seta. Ci sono prove a sostegno di ciò: accorcia il processo di guarigione della ferita aumentando la permeabilità del punto più di cento volte. Inoltre, limita lo sviluppo di microrganismi, riducendo così il rischio di infezioni.

Aiuta a ridurre il sanguinamento delle ferite quando c'è un'arteria coinvolta semplicemente applicandolo alle bende. Pertanto, questo è un grande vantaggio rispetto alle bende tradizionali, poiché è anche ipoallergenico e antisettico.

Inoltre, alcuni professionisti lo prescrivono per trattamenti di parodontite e gengivite.

Sta diventando sempre più popolare in chirurgia plastica per sostenere la rigenerazione dei tessuti modificati. Ciò è dovuto alla sua capacità di riparare in termini di abbreviazione del processo di guarigione e di ridurre l'insorgenza di cicatrici.

Migliora il sistema immunitario

Il chitosano può rafforzare naturalmente il sistema immunitario in due modi: immunità umorale e cellulare. La prima implica la sintesi di anticorpi; la seconda coinvolge un gruppo di cellule come i linfociti T e B.

Attiva le cellule NK

La sua capacità di attivare le cellule NK (Natural Killers) è piuttosto interessante. Per riassumere, la loro funzione è quella di attaccare specificamente le cellule tumorali. Questa attivazione rende il chitosano un aiuto efficace per prevenire il cancro. Ma ciò non vuol dire che può essere utilizzato come cura a questa malattia.

Prima di iniziare ad assumere qualsiasi farmaco o integratore, anche naturale, vi consigliamo di consultare il vostro medico di fiducia.

Aiuta a bilanciare i livelli di colesterolo

Ci sono studi rinomati che hanno mostrato come il chitosano possa equilibrare i livelli di colesterolo nel sangue, specialmente il colesterolo LDL. Non dimentichiamo che l'ipercolesterolemia è uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari e cerebrali (ictus).

Riduce la pressione sanguigna

Pare che possa abbassare la pressione sanguigna, migliorando l'assorbimento del calcio. Questo è particolarmente utile per coloro che soffrono di osteoporosi. Inoltre, controlla il batterio helicobacter pylori che può scatenare l'ulcera gastrica e aiuta il trattamento dell'anemia.

Previene le infezioni

Non dimentichiamo la sua capacità di prevenire le infezioni di denti e gengive. Può anche sostenere il recupero dei tessuti dopo un intervento di chirurgia plastica.

Aiuta a combattere alcune malattie

Ci sono stati studi medici che forniscono prove conclusive sui possibili usi del chitosano contro alcune malattie. Per esempio, potrebbe aiutare a trattare il morbo di Crohn (un processo infiammatorio cronico che di solito si verifica nel tratto intestinale, di solito nelle ultime sezioni).

Qual è il dosaggio da rispettare?

Di solito, la dose giornaliera raccomandata è di circa 2500 mg distribuiti nei tre pasti principali. Per farlo, dobbiamo prenderlo quindici minuti prima di ogni pasto con due bicchieri d'acqua.

Per quanto riguarda la durata del trattamento, è consigliabile prolungarlo per almeno dodici settimane. Altrimenti, il suo effetto potrebbe passare inosservato. Tuttavia, è anche pericoloso prenderlo per un periodo di tempo eccessivamente lungo (quindici settimane). Di conseguenza, potrebbe ostacolare l'assorbimento dei nutrienti che abbiamo menzionato in precedenza.

Un altro uso consiste nell'applicare la polvere di chitosano sulle gengive o sulle gomme da masticare. Questo aiuterà a prevenire la malattia parodontale o l'infiammazione delle gengive.

In ogni caso, vi consigliamo comunque di chiedere consiglio al vostro medico curante, che saprà darvi più spiegazioni, anche tenendo in considerazione la vostra storia clinica.

Effetti indesiderati

Effetti indesiderati

Come tutte e sostanze, se assunto in dosi eccessive può scatenare effetti negativi sulle donne incinte che fondamentalmente rallentano la crescita del feto. Quindi è sconsigliato per le donne che stanno affrontando una gravidanza.

Tra gli effetti indesiderati possono esserci problemi alla pelle (prurito, eruzioni cutanee, dermatiti) e mal di testa intensi.

Coloro che sono allergici ai frutti di mare possono avere problemi se prendono il chitosano.

Informazioni sull'autore

Laura

Curiosa e competente, la nostra laureata in comunicazione e redattrice da più di 8 anni a primadanoi.it, ha già al suo attivo più di 100 progetti. Esperta e appassionata, usa le sue dieci dita magistralmente per redarre i suoi articoli.