Cos'è il carbone vegetale? Come viene prodotto?

Probabilmente avrete mangiato la vostra parte di croissant al carbone vegetale, così come gelati, carne al carbone vegetale (chiamati anche “neri”) nel corso degli anni.

Questi cibi neri erano ovunque quando quasi ogni bar hipster, ristorante, gelateria e persino grandi catene offrivano una discreta selezione di un cibo o una bevanda nera.

L'uso del carbone come colorante alimentare è stato molto popolare negli ultimi decenni.

A parte l'estetica, i produttori di cibo e i bar sostengono che abbia alcuni benefici per la salute come degli effetti ‘detox'. Queste affermazioni non sembrano trovare molto supporto nella ricerca.

Il carbone vegetale che trovate nel cibo, nelle bevande e nelle pillole di carbone non è lo stesso carbone che alimenta il vostro barbecue, ovviamente.

Il carbone vegetale è fatto da gusci di noci di cocco, bambù o materiali vegetali che sono stati cotti con l'ossigeno per renderlo poroso.

È questa natura porosa del carbone attivo che aiuta a trattare indigestioni, gonfiori ed eccessiva acidità di stomaco. La superficie porosa ha una carica elettrica negativa che fa sì che le tossine e i gas con carica positiva si leghino ad essa. Questa azione intrappola le sostanze chimiche e le tossine e impedisce loro di entrare nel flusso sanguigno.

Come funziona?

Perché le tossine vengano rimosse, devono trovarsi nello stomaco e nell'intestino. Se le tossine sono già state assorbite nel flusso sanguigno o hanno trovato la loro strada nei tessuti del corpo, non sono in grado di legarsi con il carbone. Quindi, è improbabile che il carbone vegetale sia efficace per sbarazzarsi delle tossine accumulate, cosa che i rimedi detox spesso sostengono di fare.

Brucia i grassi con integratori alimentari naturali : Brucia i tuoi grassi eliminando facilmente e rapidamente il grasso immagazzinato nel tuo corpo

Consulta questa guida

Anche se il carbone vegetale è usato in alimenti e bevande, la quantità è insignificante per poter avere qualsiasi beneficio. Infatti, le quantità che generalmente vengono usate sono molto ridotte, e non possono avere il risultato sperato.

Carbone vegetale attivo

Carbone vegetale attivo: perché usarlo?

Benefici per la salute

Nonostante la sua efficacia nel trattamento dei problemi digestivi e altri disturbi, il carbone attivo non dovrebbe essere assunto come integratore giornalmente. Questo perché il carbone può fare il suo lavoro troppo bene e interferire con l'assorbimento dei nutrienti da parte del corpo, specialmente quando si consuma insieme al cibo, o vicino ai pasti. Questo significa vuol dire che qualsiasi vitamina state pensando di assumere potrebbe non essere assorbita dal vostro corpo, quindi bisogna fare attenzione a come lo si utilizza.

Previene l’invecchiamento

Il carbone attivo può intrappolare le impurità che si trovano nell'acqua del rubinetto. Pertanto, molti hanno iniziato a lavarsi il viso con un detergente al carbone attivo o una maschera per aiutare la pulizia e la disintossicazione.

Riduce i livelli di colesterolo cattivo

Secondo uno studio che è stato condotto su 7 pazienti con colesterolo alto, dove sono stati trattati per 4 settimane con carbone attivo alla dose di 8g 3 volte al giorno, il colesterolo totale è diminuito del 25% e del 41%

Migliora la salute del cuore

Questo è un meraviglioso beneficio del carbone vegetale e può essere usato per gestire il colesterolo. Consumando 1 compressa di carbone vegetale al giorno, aiuterete a depurare il vostro flusso sanguigno e a disintossicare il corpo. I livelli di lipoproteine a bassa densità (colesterolo cattivo) scenderanno.

Aiuta a combattere la sindrome dell'intestino irritabile

Chi soffre di sindrome dell'intestino irritabile capirà quanto sia scomoda e imprevedibile questa patologia.

Alcuni ricercatori sostengono che il carbone vegetale permette di intrappolare le tossine nei minuscoli pori del carbone. Questo permette alle tossine di essere rimosse dal corpo e a sua volta allevia il gas e il gonfiore.

Alcuni dei sintomi della sindrome dell’intestino irritabile sono flatulenza, costipazione, gonfiore, diarrea, eccetera.

Prendendo una pillola di carbone vegetale al giorno con acqua, aiuterete a ridurre l'infiammazione del vostro intestino e anche a ridurre i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile. Una pillola di carbone vegetale è di solito l'equivalente di 1 cucchiaino di polvere di carbone vegetale.

Per la pelle

Aiuta a combattere la pelle grassa e assorbe le impurità

Se siete inclini alla comparsa di acne a causa di una pelle naturalmente grassa, prendere delle pillole di carbone vegetale per via orale e usarlo esternamente sul viso può aiutare a trattare il problema. Fate una pasta con un po' d'acqua e spalmatela su tutto il viso. Poi risciacquate delicatamente con acqua fresca.

Il consumo orale aiuterà il corpo a disintossicarsi e a prevenire l'infiammazione. L'applicazione sul viso aiuterà a pulire la pelle assorbendo l'olio in eccesso e le impurità dei pori.

Azione disintossicante

In commercio ci sono molte tisane e diete a base di limonata che pretendono di disintossicare il corpo, ma nessuno menziona veramente il carbone vegetale come metodo utile per lo stesso scopo. Eppure, probabilmente fa un lavoro migliore della maggior parte delle soluzioni vendute commercialmente.

Prendendo una pillola di carbone vegetale al giorno o mescolando 1 cucchiaino di polvere di carbone di legna in una tazza d'acqua e bevendola, disintossicherete il vostro corpo gradualmente, in modo sicuro ed efficace.

Oltre ai benefici menzionati sopra, ci sono molti altri modi in cui si può usare il carbone attivo.

Aiuta ad avere denti più bianchi

Il carbone vegetale assorbe l'accumulo di placca e di particelle microscopiche che causano le macchie, comprese le macchie di caffè. Spazzolare i denti con la pasta nera può anche cambiare l'equilibrio del PH nella bocca, il che aiuta a prevenire la carie, l'alito cattivo e le malattie gengivali.

Quando non usare il carbone attivo?

Il carbone attivo è sicuro per la maggior parte degli adulti se usato a breve termine. Possono avere degli effetti collaterali che includono costipazione e feci nere. Effetti collaterali più seri, ma rari, sono un rallentamento o un blocco del tratto intestinale e disidratazione.

Attenzione all’assunzione di alcol, perché il carbone attivo è talvolta usato per evitare che i veleni siano assorbiti dal corpo. L'assunzione di alcol insieme al carbone attivo potrebbe diminuire la capacità di quest’ultimo di prevenire l'assorbimento del veleno.

Attenzione anche a farmaci presi per bocca, perché il carbone attivo assorbe le sostanze nello stomaco e nell'intestino. L'assunzione di carbone attivo insieme a farmaci presi per bocca può diminuire la quantità di medicina che il vostro corpo assorbe, e diminuire l'efficacia del farmaco. Per prevenire questa interazione, bisogna assumere il carbone attivo almeno un'ora dopo i farmaci assunti oralmente.

carbone attivo

Il carbone attivo: un super alimento che merita davvero questa classificazione?

Ci sono diverse correnti di pensiero per ciò che riguarda il carbone vegetale, che non ha ancora messo d’accordo tutti.

Il termine ‘pulizia', ma anche ‘detox' che vengono spesso utilizzati in associazione al carbone vegetale è abbastanza vago.

Molti studiosi non raccomandano di assumere il carbone attivo al posto di un farmaco o di una dieta sana per migliorare il proprio stato di salute.

Il carbone vegetale è progettato per legarsi alle sostanze, comprese le vitamine e i minerali, attraverso il processo di adsorbimento. Non è così efficiente da legarsi solo alle tossine e alle sostanze nocive. Si lega a qualsiasi cosa.

Lo stesso effetto vincolante si applica agli integratori, alle medicine e alla contraccezione orale. Per essere sicuri, aspettate qualche ora tra l'assunzione di compresse di carbone e le vostre medicine abituali.

Inoltre, il carbone non è privo di effetti collaterali. Questi includono vomito, costipazione, dolore addominale e ostruzione intestinale se non viene assunto correttamente.

A seconda del dosaggio e della frequenza, l'uso prolungato può causare ostruzione intestinale, feci nere, disidratazione e anomalie elettrolitiche perché si sta interferendo con le normali funzioni corporee.

Informazioni sull'autore

Laura

Curiosa e competente, la nostra laureata in comunicazione e redattrice da più di 8 anni a primadanoi.it, ha già al suo attivo più di 100 progetti. Esperta e appassionata, usa le sue dieci dita magistralmente per redarre i suoi articoli.