Al giorno d'oggi, perdere peso è diventata una priorità per la maggior parte delle persone che sono costantemente alla ricerca di modi per liberarsi dei chili in più. Per questo il mercato del caffè verde è in piena espansione.

Proprio di recente, il caffè verde ha impressionato gli amanti dei corpi snelli che giurano essere efficace quando si tratta di perdere peso.

Ovviamente, questa bevanda deve avere proprietà verde che ci permettono di perdere peso. Il CGA, o acido clorogenico, è una sostanza chimica acida che si trova in tutti i tipi di caffè. Apparentemente, questa proprietà si trova nel chicco di caffè verde. La sostanza chimica in questione aiuta a prevenire l'assorbimento del glucosio nell'intestino tenue. Questo aiuta a ridurre il glucosio che circola nel corpo attraverso il flusso sanguigno. Di conseguenza, costringe il corpo a fare affidamento sulle cellule di grasso per trovare l’energia necessaria ed è così che si innesca il processo che brucia i grassi.

Storia e origini

I chicchi di caffè verde sono in realtà coltivati su un cespuglio, di solito in regioni calde o tropicali.

La stragrande maggioranza dei chicchi di caffè disponibili nei supermercati tradizionali non sono più i chicchi di caffè verde, ma chicchi tostati.

I chicchi di caffè verde sono disponibili in forma grezza e non lavorata o come estratto in forma di integratore (capsule).

Come si ottiene il caffè verde?

Durante il processo di tostatura, i chicchi di caffè perdono la maggior parte della loro umidità, e il peso dei chicchi di caffè sarà minore. Non è raro che un lotto di caffè perda circa il 16% del suo peso durante questo processo, a causa della riduzione dell'umidità.

Il caffè tostato è il prodotto finale che viene venduto a peso. Anche se il caffè tostato ha un valore più alto del caffè verde, più grande è la discrepanza tra il peso del caffè verde e quello del caffè tostato, maggiore è la perdita economica.

Perché il caffè verde e non quello tradizionale?

Il consumo di caffè non ha gli stessi benefici dell'assunzione di estratti di caffè verde. Questo perché, nella procedura di cottura, molte delle miscele essenziali del caffè verde vengono perse.

Molti dei benefici sono dati da sostanze presenti nei chicchi di caffè non tostati e non lavorati.

L’acido clorogenico permette di:

-Abbassare lo stress del sangue;

-Aiutare la definizione del tessuto muscolare;

-Abbassare il colesterolo;

-Migliorare l’umore e la concentrazione;

Diminuire la fame.

Il caffè verde: un vero alleato del dimagrimento?

I ricercatori hanno spiegato che non è la caffeina ad avere questo effetto sul corpo umano. Come già accennato, gli scienziati suggeriscono che gli effetti benefici dei chicchi di caffè verde possano essere attribuiti al loro acido clorogenico. Tuttavia, l'acido clorogenico non è presente nei chicchi di caffè tostati perché viene scomposto durante il processo di tostatura. Il ricercatore principale dello studio sottolinea anche che non ci sono stati effetti collaterali negativi osservati dall'assunzione delle capsule di estratto di chicchi di caffè verde.

Questo tipo di caffè ha altri benefici per il corpo?

Il chicco di caffè verde viene considerato da molti come integratore energetico. Ci sono due principi attivi nell'estratto di chicchi di caffè verde: la caffeina e l'acido clorogenico. La caffeina è un noto energizzante e velocizza il metabolismo. La combinazione di questi due ingredienti è molto più efficace della sola caffeina (o del caffè normale).

Velocizzare il metabolismo permette di combattere una serie di patologie, tra cui l’obesità.

L'obesità può essere influenzata da fattori genetici e ambientali. L'obesità è ampiamente aumentata negli ultimi decenni a causa dei cambiamenti dello stile di vita. L'obesità è clinicamente diagnosticata quando si ha un IMC superiore a 30, e di solito è accompagnata da una serie di condizioni di salute dannose. È una patologia sempre più comune che attualmente colpisce più del 30% della popolazione.

Ci sono prove cliniche preliminari che supportano il ruolo dell'estratto di caffè verde nel ridurre significativamente la pressione sanguigna in adulti con lieve ipertensione.

La pressione sanguigna è la forza del sangue che pompa contro le pareti delle arterie.

Con la pressione alta, lo stress ripetuto sulla parete dell'arteria può causare danni e problemi di salute come le malattie cardiache.

Il caffè verde ha qualche controindicazione?

L'estratto di chicchi di caffè verde è generalmente ben tollerato e gli effetti collaterali lievi sono solitamente associati alla caffeina. Questi effetti collaterali includono mal di testa, diuresi, ansia, insonnia e agitazione. La ricerca non ha ancora valutato la sicurezza e l'efficacia del chicco di caffè verde durante la gravidanza, quindi se ne sconsiglia l’utilizzo durante la gravidanza.

Il caffè verde influenza l’effetto di altri farmaci?

Le interazioni note sono legate principalmente al suo contenuto di caffeina, ma se assunto rispettando le dosi, può essere integrato benissimo nella nostra dieta.

Ci sono alcuni integratori di estratto di caffè verde in grani che aggiungono anche della caffeina supplementare, quindi è più probabile che causino problemi. Le interazioni specifiche con l'acido clorogenico non sono così ben note o documentate in questo momento.

Alendronato (Fosamax)

Il caffè riduce la biodisponibilità dell'alendronato del 60% negli esseri umani.

Si consiglia di separare l'ingestione di caffè, compreso il caffè verde, e la somministrazione di alendronato di due ore.

Farmaci antipertensivi

Studi clinici hanno dimostrato che l'estratto di caffè verde diminuisce la pressione sanguigna. Se usato con farmaci antipertensivi, il caffè verde potrebbe avere effetti additivi di abbassamento della pressione sanguigna; usare con cautela.

Adenosina (Adenocard)

La caffeina nel caffè verde è un inibitore competitivo dell'adenosina a livello cellulare. Tuttavia, la caffeina non sembra influenzare l'adenosina supplementare perché alti livelli interstiziali di adenosina superano gli effetti antagonisti della caffeina.

Si raccomanda di sospendere metilxantine e prodotti contenenti metilxantina almeno 24 ore prima delle prove da sforzo farmacologiche. Tuttavia, le metilxantine sembrano avere più probabilità di interferire con il dipiridamolo (Persantine) che con i test da sforzo indotti dall'adenosina.

Farmaci antidiabetici

Teoricamente, l'uso di caffè verde e farmaci per il diabete allo stesso tempo potrebbe interferire con il controllo del glucosio nel sangue a causa della caffeina.

Farmaci contraccettivi

Teoricamente, l'uso concomitante potrebbe aumentare le concentrazioni di caffeina e il rischio di effetti avversi, a causa della caffeina contenuta nel caffè verde. I contraccettivi orali diminuiscono il tasso di eliminazione della caffeina dal 40% al 65% negli esseri umani.

Il dosaggio da rispettare

Alcuni raccomandano tra 100mg e 200mg al giorno, altri raccomandano 400mg due o tre volte al giorno. Il principale studio clinico effettuato sugli esseri umani ha usato un dosaggio che si è spinto fino a 1.050 mg al giorno (350 mg due o tre volte al giorno). Quindi il mio consiglio è di attenersi alle linee guida della marca scelta.

Potrete assumere il tè verde la mattina e il pomeriggio o la sera prima del pasto.

È anche importante che voi beviate caffè verde ogni giorno per ottenere dei risultati migliori.

Dove comprare questo tipo di caffè?

Bisogna fare molta attenzione alla qualità del prodotto.

Molta gente cerca di acquistare caffè verde on-line, al fine di risparmiare denaro e tempo, e per evitare di passare da un supermercato all’altro. Tuttavia, bisogna sempre stare molto attenti quando si acquistano prodotti online, soprattutto prodotti alimentari, quindi è estremamente importante acquistare solo elementi che siano controllati e approvati in base ai regolamenti e criteri del vostro paese, anche quando sono prodotti che provengono da altre nazioni.

Recatevi nelle erboristerie, o nei negozi di alimentari specializzati, dove sicuramente riuscirete a trovarlo!

Conclusioni

Come abbiamo visto, il caffè grezzo, quindi non ancora tostato, conserva delle proprietà che non possiamo trovare nel caffè tradizionale, che siamo soliti assumere ogni giorno.

Il caffè verde è sicuramente un’opzione da provare, grazie a tutti i benefici che offre al nostro organismo.

La caffeina contenuta all’interno ci permetterà di premere l’acceleratore del nostro metabolismo, cosa che ci aiuterà a perdere o mantenere il nostro peso.

Al di là di questo, come abbiamo visto, offre una lunga serie di benefici per il nostro organismo, quindi vale sicuramente la pena provarlo.

Informazioni sull'autore

Laura

Curiosa e competente, la nostra laureata in comunicazione e redattrice da più di 8 anni a primadanoi.it, ha già al suo attivo più di 100 progetti. Esperta e appassionata, usa le sue dieci dita magistralmente per redarre i suoi articoli.