COPPA ITALIA

Serie A. Il Pescara non c'è più. Oddo scoraggiato: «è stata una vergogna»

Con l'Atalanta l'ennesima disfatta. Bahebeck: un altro mese fuori

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3959




PESCARA. «La prestazione è stata disastrosa, mi sono vergognato». In poche parole il tecnico Massimo Oddo ha espresso tutta la propria delusione sulla prestazione della squadra, umiliata senza colpo ferire 3-0 da un'Atalanta infarcita di giovani e seconde linee.

A colpire negativamente il tecnico l'atteggiamento dei propri giocatori, di chi soprattutto non è stato in grado di sfruttare una chance importante: «chi è sceso in campo e fin'ora è stato impiegato meno ha sprecato la propria occasione e ne pagherà le conseguenze. Quello che abbiamo visto in campo non è stata una cosa giusta per la società, per i tifosi che sono arrivati a Bergamo e per gli stessi compagni che si allenano ogni giorno».

«È stata una vergogna» – prosegue Oddo – «chi non crede nella salvezza può fare un passo indietro. Porterò con me soltanto chi crede nell'obiettivo. Chi non ha gli attributi non può stare in questo gruppo. Mi aspettavo risposte importanti, le ho avute però al contrario».

Alla ripresa degli allenamenti in vista del match importantissimo col Cagliari andranno valutate le condizioni anche di Mitrita, uscito nei primi minuti del match di Coppa Italia per un guaio muscolare.

Impietoso invece l'esito degli esami medici a cui è stato sottoposto Bahebeck: lesione tra primo e secondo grado alla coscia invece per Bahebeck, che resterà fermo per almeno un mese.




Andrea Sacchini