CON CALMA

Coppa Italia. Troppo facile per l'Atalanta: Pescara dimesso e sconfitto (3-0)

Nel primo tempo reti di Raimondi e Grassi. Delfino mai pervenuto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

145




BERGAMO. Con una prestazione a tratti sconcertante il Pescara perde 3-0 a Bergamo e senza colpo ferire lascia strada libera in Coppa Italia all'Atalanta. Tutto troppo facile per l'undici di Gasperini, che con un inizio di gara convinto e determinato ha spazzato via la flebile resistenza di un Pescara ferito nello spirito e apparso dimesso. Segnali tutt'altro che incoraggianti in vista del decisivo match di domenica con il Cagliari.

Tra infortuni e squalifiche, Pescara in campo in formazione largamente rimaneggiata con gli importanti rientri di Gyomber e Verre e l'esordio stagionale dal primo minuto di Bruno e Muric. Quest'ultimo in avanti insieme a Mitrita in appoggio dell'unico terminale offensivo Pettinari. Soltanto panchina per Manaj dopo l'esclusione di Roma per motivi disciplinari.

Seconde linee ancor più marcate tra le fila nerazzurre, con Gasperini che getta nella mischia diversi primavera (Bastoni, Pesic e Capone, ndr) insieme a chi fin'ora è stato meno impiegato in campionato: Sportiello, Raimondi, Freuler e Grassi (obiettivo di mercato del Delfino, ndr). Largo anche a Gagliardini, squalificato per l'impegno di Torino con la Juventus.

Al 7' i padroni di casa sono già in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner Fiorillo non è impeccabile su conclusione di Grassi, ma fa ancora peggio la linea di difesa pescarese che lascia Raimondi tutto solo di insaccare il punto dell'1-0.

La reazione del Delfino non è rabbiosa e permette all'Atalanta una gestione della gara tutt'altro che difficile, conscia dei limiti strutturali di un Pescara in consueta versione horror in difesa. Al 13' il baby Capone ben imbeccato da Freuler tutto solo davanti a Fiorillo spara addosso al portiere. Al 17' altra clamorosa chance: Gagliardini inventa per Pesic che ancora una volta occhi negli occhi col portiere adriatico conclude debole e centrale.

Il raddoppio meritato dell'Atalanta però è soltanto rimandato al minuto 29. Pesic dalla sinistra pesca nel mezzo Grassi che sbuca alle spalle di Gyomber e fa secco Fiorillo. In precedenza ennesimo infortunio muscolare della stagione. A farne le spese Mitrita, sostituito da Manaj.

Nella ripresa subito un cambio per Oddo: fuori Verre, dentro Zampano e via agli esperimenti sulla difesa a 3. In avvio il primo brivido per la porta di Sportiello. Sugli sviluppi di un calcio di punizione di Biraghi, colpo di testa che sfila di poco sul fondo di Vitturini.

Col passare dei minuti neanche l'inserimento di Memushaj per un impalpabile Muric sveglia il Delfino dal torpore, con l'Atalanta che controllerà agevolmente la gara. Da segnalare 2 traverse dei bergamaschi con Latte Lath e Raimondi rispettivamente al 25' e 43' e una chance per Cristante al 41' tutto solo davanti a Sportiello. Il tutto prima del terzo e definitivo gol di Pesic in contropiede in pieno recupero.

Archiviata la Coppa Italia, i biancazzurri torneranno in campo domenica nel più importante match con il Cagliari. Lì sì che i giocatori di Oddo non potranno proprio sbagliare.



ATALANTA-PESCARA 3-0 (primo tempo 2-0)


MARCATORI: 7'pt Raimondi (A); 29'pt Grassi (A); 48'st Pesic (A).

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello; Raimondi, Toloi, Bastoni; Dramè, Freuler (15'st Masiello), Grassi (28'st Migliaccio), D'Alessandro; Gagliardini; Pesic, Capone (1'st Latte Lath). A disposizione: Bassi, Mazzini, Gomez, Caldara, Conti, Petagna, Spinazzola, Melegoni. Allenatore: Gasperini.

PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Vitturini, Zuparic, Gyomber, Biraghi; Cristante, Bruno, Verre (1'st Zampano); Muric (14'st Memushaj), Mitrita (24'pt Manaj); Pettinari. A disposizione: Bizzarri, Mele, Maloku, Delli Carri, Battista, Forte. Allenatore: Oddo.

ARBITRO: Federico La Penna della sezione di Roma 1 (Tasso-Baccini).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 10mila spettatori. Ammoniti: Cristante, Bruno, Raimondi. Espulsi: nessuno. Recupero: 1'pt; 3'st.


Andrea Sacchini