SERIE A

Delfino Pescara. Svolta nell'affare Lapadula. Ora è più Sassuolo che Napoli

Il giocatore vuole un ruolo da protagonista e non da vice Higuain

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

866




PESCARA. Clamorosa svolta in vista riguardo la cessione di Gianluca Lapadula. Dopo essere stato accostato per mesi alla Juventus e virtualmente ceduto al Napoli dopo le parole del patron Daniele Sebastiani nella scorsa settimana, il capocannoniere dell'ultima Serie B potrebbe finire al Sassuolo. Decisiva la volontà del giocatore, che dopo un anno da protagonista nel Pescara non vorrebbe ricoprire nel club partenopeo il semplice ruolo di vice Higuain. Un po' come accaduto l'anno scorso per Gabbiadini, che ha trascorso un'intera stagione in panchina all'ombra della stella argentina. Fortemente richiesto da Eusebio Di Francesco, nel Sassuolo invece Lapadula ricoprirebbe un ruolo centrale nello scacchiere tattico dell'ex tecnico di Lecce e Pescara. Insieme a Berardi (richiesto dall'Inter ma che con ogni probabilità resterà in Emilia per un'altra stagione, ndr) e Sansone formerebbe un tridente d'attacco di grande qualità per il campionato. Il tutto senza dimenticare che il Sassuolo l'anno prossimo giocherà in Europa League.

Sebastiani chiede 15 milioni ma è facile che si possa chiudere per una cifra compresa tra i 10 e i 12 milioni.

Sistemata la questione Lapadula (decisive le prossime 24-48 ore, ndr), il Delfino potrà tuffarsi con decisione sul mercato in entrata. Tanti i nomi che circolano ma la sensazione è che la priorità al momento riguarda la conferma quasi in toto del gruppo che ha conquistato la promozione 10 giorni fa. In settimana è previsto un incontro con l'Udinese per Verre, mentre appare soltanto una formalità il rinnovo del prestito di Mandragora (reduce però da un brutto infortunio, ndr). Riscattati Fiorillo e Benali, potrebbe tornare a Pescara Brugman, che ad oggi non è stato ancora riscattato dal Palermo. Destinati a partire Pigliacelli, Pesoli, Sansovini e Forte, che rientreranno alla base dopo la stagione in prestito passata altrove.


Andrea Sacchini