DECISIVA

Serie B. Questa sera Pescara-Novara non è una passeggiata. Oddo: «restiamo vigili»

Alle 20,30 stadio Adriatico gremito. Formazione: sì Lapadula, no Memushaj

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

77




PESCARA. «Non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia». Parole e musica di Massimo Oddo che non vuol sentire parlare assolutamente di passerella per il ritorno delle semifinali play-off di stasera col Novara.

«All'andata siamo stati bravi e sfortunati a sfruttare a nostro vantaggio gli episodi della gara» – ha proseguito Oddo nella conferenza stampa della vigilia – «era una gara molto difficile e piena di insidie, come sarà questa gara di ritorno. Turnover? No, metterò in campo sempre la migliore squadra possibile».

Fiducia ma massima attenzione. Del resto il 2-0 dell'andata maturato al termine di una prova positiva e con poche sbavature da parte dei biancazzurri è un risultato importante ma non garantisce la certezza della finale. Il calcio infatti è pieno di storie di rimonte incredibili e qualificazione acciuffate per il rotto della cuffia contro ogni pronostico. L'undici di Oddo però sembra avere la maturità per affrontare il Novara di Baroni nel migliore dei modi. Qualche novità di formazione rispetto la gara di andata. Indisponibile Memushaj (richiamato nel ritiro della Nazionale da De Biasi in vista degli imminenti Europei di Francia 2016, ndr), Benali arretrato sulla linea dei mediani con Pasquato trequartista insieme a Caprari in appoggio di Lapadula. Possibile però anche l'impiego di Bruno a centrocampo con Benali che tornerebbe nel suo ruolo naturale di trequartista. In difesa è chiamato agli straordinari Campagnaro che insieme a Fornasier, Zampano e Crescenzi (turno di riposo per l'ottimo Vitturini, ndr) proteggeranno la porta di Fiorillo. Nel mezzo scontate le presenze dall'inizio di Verre e Torreira.

Baroni, a caccia dell'impresa storica, ha convocato i portieri Da Costa, Pacini e Fortunato; i difensori Dell'Orco, Dickmann, Garofalo, Ludi, Mantovani, Vicari e Derosa; i centrocampisti Adorjan, Bolzoni, Buzzegoli, Faragò, Lanzafame, Schiavi e Viola; gli attaccanti Corazza, Evacuo, Galabinov e Gonzalez. Nel 4-2-3-1 piemontese largo a Faragò, Gonzalez e Lanzafame alle spalle dell'unico terminale offensivo Galabinov, in vantaggio netto nel ballottaggio con Evacuo.

Dirigerà l'incontro Rosario Abisso della sezione di Palermo. Guardalinee Pinzani e Ghersini. Fischio d'inizio questa sera (mercoledì) alle ore 20,30 allo stadio Adriatico di Pescara.


Andrea Sacchini