IL DERBY

Serie B. È tempo di derby. Mai Pescara-Virtus Lanciano è stata così importante

Domani alle 17,30 i biancazzurri si giocano il terzo posto, i frentani molto di più

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

132




PESCARA. L'ultima spiaggia per la Virtus Lanciano, un'occasione d'oro per raggiungere il terzo posto per il Pescara. Mai come in questo derby la posta in palio è stata così alta. I 2 allenatori nella consueta conferenza stampa della vigilia hanno ammesso l'importanza di questa partita che arriva in un momento particolare per entrambe le formazioni. I biancazzurri non perdono da 6 partite (5 vittorie ed un pareggio, ndr) mentre i frentani (sconfitti sabato al Biondi dall'Avellino, ndr) sono a corto di punti ma vengono da una serie di prestazioni buone ma molto sfortunate.

Soliti problemi legati agli infortuni per il tecnico del Pescara Massimo Oddo, che oltre ai lungodegenti Campagnaro e Coda dovrà rinunciare anche a Mandragora (stagione finita, ndr) messo ko da un guaio al piede nell'ultima trasferta di Chiavari. Scelte obbligate in difesa con Fiorillo in porta protetto dai 2 centrali Fornasier e Zuparic con Vitturini e Zampano a presidio delle corsie esterne. A centrocampo spazio al trio titolare formato da Memushaj, Verre e Torreira. Qualche timida speranza di vedere titolare Bruno in luogo di quest'ultimo. Davanti Benali e Caprari (avanti nel ballottaggio con Pasquato, ndr) agiranno di appoggio al bomber Lapadula, a caccia del 25esimo centro stagionale in campionato.

A caccia del miracolo salvezza, mister Maragliulo invece ha intenzione di dare fiducia all'undici che fin'ora lo ha più convinto in queste ultime uscite. Salviato, Rigione, Aquilanti e Di Matteo a protezione della porta di Cragno. A centrocampo Bacinovic in cabina di regia con Vastola e Vitale mezze ali. In avanti il solito tridente composto da Marilungo (claudicante ma sarà della partita, ndr) e Di Francesco ai lati dell'unico terminale offensivo Ferrari. Pronto a dare manforte ai suoi a gara in corsa il baby Bonazzoli.

Pescara favorito anche dalla storia, con i rossoneri che non hanno mai vinto allo stadio Adriatico in 16 confronti tra Serie B e categorie inferiori (9 vittorie e 7 pareggi, ndr).

Sugli spalti previsto il record stagionale con oltre 12mila presenze sugli spalti (oltre 800 da Lanciano, ndr). Fischio d'inizio domani (domenica, ndr) alle ore 17,30 allo stadio Adriatico di Pescara. Arbitro della contesa sarà Rosario Abisso della sezione di Palermo (guardalinee Bindoni e De Troia).

Andrea Sacchini