SERIE B

Delfino Pescara. Oddo chiede aiuto a pubblico e giocatori: «temo il Lanciano...»

Il tecnico biancazzurro: «per loro gara della vita. Vorrei un Adriatico pieno»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

56






PESCARA. Il derby di domenica allo stadio Adriatico con la Virtus Lanciano darà il via al rush finale della stagione regolare del Pescara. Malgrado la lunga striscia di risultati consecutivi ottenuta nell'ultimo mese (5 vittorie ed un pareggio, sabato in casa della Virtus Entella, ndr), in casa biancazzurra a preoccupare è l'infinita, fastidiosa serie di infortuni che hanno colpito soprattutto il pacchetto difensivo. Con Coda e Mandragora che hanno terminato anzitempo la stagione, restano soltanto Zuparic e Fornasier come centrali di ruolo per domenica. In caso di ulteriore emergenza, disponibile il solo Vitturini che da adattato ha ricoperto il ruolo di centrale nelle giovanili.

Buone notizie soltanto da Crescenzi (recuperato, ndr) e Campagnaro, sul quale però è difficile stilare una tabella di recupero preciso. Il centrale argentino, che Oddo spera di avere a disposizione per il match della settimana successiva a Modena, resta in ogni caso un'incognita nel lungo periodo.

Senza guardare troppo in là, l'obiettivo immediato del Pescara è quello di chiudere al meglio la stagione regolare, con la concreta possibilità di un piazzamento finale al terzo posto. Pole position ai play-off che varrebbe tantissimo nell'economia complessiva della coda spareggi: una partita in meno da giocare (i quarti di finale, ndr) e la possibilità di poter gestire 2 risultati su 3.

«Domenica con la Virtus Lanciano spero di vedere uno stadio Adriatico pieno» – ha ammesso il tecnico del Pescara, Massimo Oddo – «per noi è una partita fondamentale se vogliamo raggiungere il terzo o il quarto posto. Abbiamo la possibilità di chiudere bene la stagione regolare e non vogliamo fallirla. Per loro sarà la gara della vita e temo proprio questo match».

Le ultime settimane del Pescara sono state costellate da infortuni e squalifiche: «da questo punto di vista è un periodo che non ci gira bene. Dispiace tanto per Mandragora. Dopo la riabilitazione tornerà qui a Pescara per stare vicino ai compagni. Significa che il gruppo è unito. Gli altri infortunati? Crescenzi sta bene ma sarà a disposizione solo con il Modena mentre Zampano è ok».

La squadra intanto prosegue gli allenamenti. Lavoro differenziato per Crescenzi mentre Zampano è uscito anzitempo solo a scopo precauzionale e verrà valutato attentamente oggi.

Intanto una buona notizia per i tifosi. La Curva Sud resterà interamente riservata ai sostenitori biancazzurri. Un motivo in più per riempire gli spalti dell'Adriatico in ogni settore.


Andrea Sacchini