CALCIO

Serie B. Gli infortuni il male del Pescara. Si spera nel recupero di Campagnaro

Fornasier guarda al Lanciano: «ci servirà l'apporto del pubblico»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

114






PESCARA. Luci (il punto e la buona prestazione, ndr) e ombre (i continui infortuni, ndr) per il Pescara che in settimana preparerà l'importante match di domenica prossima in casa con la Virtus Lanciano.

Privo di tanti titolari e con Mandragora fuori per infortunio già in avvio, a Chiavari il Pescara ha fatto il massimo possibile con i giocatori a disposizione, strappando un punto prezioso che ha allungato a 6 la striscia di risultati utili consecutivi. Nessun rimpianto per la prova offerta, anzi la convinzione di aver fatto un altro piccolo passo avanti per il miglior piazzamento in ottica play-off. Bari e Trapani infatti non sono andate oltre il pareggio e la speranza degli abruzzesi nelle prossime giornate è quella di recuperare quanti più giocatori possibili dalla lunga lista infortuni. Come dichiarato a fine gara dal medico biancazzurro Vincenzo Salini però è già finita la stagione di Rolando Mandragora, che nel corso del match con la Virtus Entella ha subito una frattura al quinto metatarso del piede.

Recupero vicino invece quello di Crescenzi, che secondo Salini al 90% sarà a disposizione già nel derby abruzzese di domenica allo stadio Adriatico contro la Virtus Lanciano. Nulla da fare al momento per Coda e Campagnaro. Se per il primo la stagione appare già conclusa (oltre all'infortunio ci sarebbe da recuperare una condizione pessima dato il lungo periodo di inattività del calciatore, ndr), il centrale argentino potrebbe tornare a disposizione del mister nella trasferta di Modena della prossima settimana. Il condizionale però è d'obbligo quando si tratta di un giocatore più volte colpito da infortuni in stagione.

In attesa del pieno recupero di Hugo Campagnaro, per il breve periodo le chiavi della difesa verranno affidate al duo Zuparic-Fornasier. La coppia si è ben distinta a Chiavari ed è chiamata alla conferma già domenica col Lanciano.

«Stiamo lavorando molto per migliorare i meccanismi difensivi» – ha dichiarato Michele Fornasier, uno dei più positivi della prestazione di Chiavari – «ora difendiamo da squadra ed i primi che iniziano bene la fase di non possesso palla sono gli attaccanti. Le critiche? Nel calcio ci sono e sono normali per ruoli delicati come portiere o difensore. Abbiamo continuato a lavorare».

«Ora pensiamo alla partita col Lanciano» – chiude Fornasier – «contro una squadra che arriverà motivata per fare risultato. Ci servirà tutto l'apporto del nostro pubblico che a Chiavari è stato meraviglioso come sempre».


Andrea Sacchini